Cuorgnè, pensionato scompare. Ritrovato dopo due giorni

Cuorgnè

/

30/06/2015

CONDIVIDI

Gli uomo del Soccorso Alpino e i volontari del Cai lo hanno ritrovato nei pressi del Santuario del Belice

Pensionato scompare ma viene ritrovato due giorni dopo dalle squadre di soccorso che erano partite alla sua ricerca.

Protagonista della disavventura con lieto fine, è Giuseppe Cotella, 84 anni, residente a Cuorgnè in corso Dante. Il pensionato si era allontanato sabato scorso da casa per una passeggiata e non vi aveva fatto più ritorno.

La mattina seguente, dopo il mancato rientro del marito, la moglie aveva presentato la denuncia di scomparsa ai carabinieri. La macchina dei soccorsi si è subito messa in moto e, i risultati, non si sono fatti attendere.

Giuseppe Cotella ha trascorso due intere notti all’aria aperta e senza il telefono cellulare. Gli uomini del Soccorso Alpino e i volontari del Cai lo hanno ritrovato il 29 giugno vicino al santuario del Belice, in discrete condizioni di salute nonostante non avesse mangiato nulla e non avesse trovato un riparo per difendersi dall’umidità della notte.

Toccherà ai carabinieri della stazione di Cuorgnè a scoprire per quale ragione l’anziano si è smarrito. Giuseppe Cotella è molto conosciuto a Cuorgnè per aver gestito per molti anni una latteria. A salvarlo, con ogni probabilità è stata la sua profonda conoscenza della montagna. Una passione che da anni, lo aveva portato a iscriversi al Club Alpino Italiano.

 

Dov'è successo?

Leggi anche

28/05/2020

Coronavirus, l’ora donata dai dipendenti Nova Coop va a sostegno della Croce Rossa piemontese

Nel mese di aprile i dipendenti di Nova Coop, la cooperativa di consumatori con 64 punti […]

leggi tutto...

28/05/2020

Coronavirus in Piemonte: anche oggi numeri incoraggianti. Un solo decesso e contagi in calo

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte comunica che giovedì 28 maggio, i pazienti virologicamente guariti, cioè […]

leggi tutto...

28/05/2020

E’ arrivata in Piemonte “Amnèsia”, la super marijuana che fa perdere la memoria. Ed è allarme

Il variegato mercato delle sostanze stupefacenti non cessa di “sfornare” nuove droghe, sempre più potenti e […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy