Cuorgnè, furto di cibo destinato ai poveri: Nova Coop dona 300 euro di beni alla San Vincenzo

22/05/2020

CONDIVIDI

Iniziativa benefica per consentire all’associazione di proseguire la sua opera. I generi alimentari non deperibili sono stati consegnati ai volontari dell'associazione cattolica di volontariato

A seguito del furto di derrate alimentari che ha colpito nelle settimane scorse l’associazione di volontariato San Vincenzo di Cuorgnè, Nova Coop ha deciso di donare 300 euro in beni alimentari non deperibili per manifestare la propria solidarietà e sostenere le attività della Onlus che nel territorio di Cuorgné si occupa di sostegno alle famiglie e alle persone in difficoltà.

La Cooperativa, da sempre in prima linea nel sostenere le realtà del terzo settore che si occupano a vario titolo di assistenza alle persone e alle famiglie in condizioni di disagio economico nei territori in cui opera, ha voluto così compensare la perdita subita con il furto. Dall’inizio dell’emergenza sanitaria da Covid-19 Nova Coop ha intensificato i propri rapporti con le Onlus e le associazioni di volontariato piemontesi al fine di fornire servizi di consegna della spesa a domicilio per anziani e persone in difficoltà, di sostegno al personale sanitario ed essere maggiormente vicini alle fasce sociali più colpite dalle conseguenze della pandemia e dalle misure di contenimento decise dal governo. Un impegno che la Cooperativa porta avanti anche nell’attuale fase di progressivo ritorno alla normalità.

Appresa la notizia del furto i responsabili locali di Nova Coop si sono attivati immediatamente per verificare quali beni fossero stati sottratti e hanno messo insieme prodotti alimentari a lunga conservazione per integrare le scorte della San Vincenzo e consentire all’associazione di proseguire la sua opera. I beni sono poi stati consegnati ai volontari della San Vincenzo.

“In questo momento di difficoltà per molte persone il nostro ruolo, come cooperativa di consumatori, è essere vicini alle persone in difficoltà e alle realtà che le supportano. É stato così per tutta questa pandemia e continua ad esserlo in questa nuova Fase – dichiara Enrico Nada, Responsabile Politiche Sociali di Nova Coop – questo gesto vuole essere un esempio anche per i nostri soci e clienti perché continuino a donare prodotti a questo progetto attraverso i cestoni presenti all’uscita dell’Ipercoop”.

Leggi anche

26/05/2020

Chiaverano: sgomento e lutto in paese per la scomparsa a soli 63 anni del macellaio Orleto Verre

Aveva 63 anni Orleto Verre. La scorsa notte è mancato una delle figure caratteristiche del paese […]

leggi tutto...

26/05/2020

Coronavirus: in un giorno contagi raddoppiati. 14 i morti ma diminuiscono i ricoveri in ospedale

Oggi, martedì 26 magio, l’Unità di Crisi della Regione Piemonte comunica che i pazienti virologicamente guariti, […]

leggi tutto...

26/05/2020

Covid: martedì 26 maggio la Regione ha erogato circa 5mila BonusPiemonte. 15 milioni per il commercio

Coronavirus: martedì 26 maggio la Regione ha erogato circa 5mila BonusPiemonte. 15 milioni per il commercio. […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy