Cuorgnè: dopo un litigio accoltella la moglie perché troppo gelosa. In manette un nordafricano

Ivrea

/

22/09/2016

CONDIVIDI

Il Gip ha disposto per l'uomo l'allontanamento dal tetto coniugale. La donna è stata medicata al pronto soccorso di Ivrea

Una lite. Più violenta delle altre. Solo che questa volta ha rischiato di finire in tragedia perché il marito ha accoltellato la moglie. Il motivo? La donna era troppo gelosa. E’ accaduto a Cuorgnè. Durante il litigio l’uomo, Mohamed Basri, un marocchino di 40 anni residente in città, anch’essa di origine nordafricana, ha sferrato un fendente con un coltello al fianco destro della donna. La lite era scoppiata quando la moglie ha trovato la fotografia di una conoscente nella tasca dell’aggressore.

Dopo aver colpito la moglie, il marocchino ha avvisato i vicini di casa che, a loro volta, hanno telefonato al 118. Sul luogo dell’aggressione sono anche intervenuti i carabinieri di Point Canavese che hanno arrestato il marito con l’accusa di lesioni personali e aggravate.

La donna è stata trasportata al pronto soccorso dell’ospedale di Ivrea dove è stata medicata. I medici hanno emesso una prognosi di nove giorni.

Il Gip del tribunale di Ivrea ha disposto nei confronti di Mohamed Basri l’allontanamento dal tetto coniugale e il divieto di avvicinarsi alla moglie e ai luoghi che la donna frequenta.

Dov'è successo?

Leggi anche

12/11/2019

Viverone: dal 23 novembre al via la terza edizione dell’attesissimo mercatino di Natale in riva al lago

Terza edizione di “Natale sul Lago”, l’attesissimo mercatino di Natale che, dal 23 novembre al 22 […]

leggi tutto...

12/11/2019

Rivarolo: la mucca “Vanessa” si aggiudica il titolo di campionessa alla Mostra nazionale bovina

Si chiama “Vanessa” e si è aggiudicata il titolo di campionessa assoluta della Mostra Nazionale dei […]

leggi tutto...

12/11/2019

Rivarolo: auto si scontra con un cinghiale sulla ex 460. Feriti due giovani di Feletto e Favria

L’impatto tra il cinghiale che stava attraversando la strada e la Fiat Grande Punto è stato […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy