Coronavirus: a Chivasso 3 i morti, 38 le persone positive a casa e in ospedale. 50 in isolamento

25/03/2020

CONDIVIDI

Il primo cittadino ha confermato che gli albergatori cittadini si sono resi disponibili ad ospitare nelle proprie strutture pazienti in isolamento, qualora se ne ravvisasse la necessità

Ad oggi, mercoledì 25 marzo, sono 38 le persone positive al virus, parte in isolamento domiciliare e gran parte in ospedale. Sono 50 le persone isolate per essere venute a contatto con persone positive e 3 i morti (90, 78 e 88 anni), quelli cioè in cui nella causa di morte compare la positività al coronavirus. Il Comune funziona, con tutte le restrizioni del caso e in soli 10 giorni sono oltre 70 i dipendenti messi in condizione di poter svolger lo smart working, ovvero il “lavoro agile” .

E’ rassicurante il messaggio rivolto ai chivassesi dal sindaco Claudio Castello. Rassicurante, ma allo stesso tempo pragmatico. Al di là dei ringraziamenti per tutti i dipendenti funzionari comunali che sono andati al di là del loro dovere, il primo cittadino spiega che in questi giorni ha sentito gli albergatori locali che si sono resi disponibili ad ospitare nelle proprie strutture pazienti in isolamento, qualora se ne ravvisasse la necessità.

“La risposta è stata positiva e calorosa. Li voglio ringraziare di cuore. Come promesso il 19 marzo, i controlli sul territorio sono stati intensificati e per questo ringrazio i Carabinieri, la Guardia di Finanza e la nostra Polizia Locale che con la collaborazione della Protezione Civile stanno presidiando il territorio – spiega Claudio Castello -. Non abbiamo i dati sul numero di quelli effettuati dalle altre forze dell’ordine, anche se so che sono stati tanti, ma per quanto riguarda la Polizia Locale, negli ultimi 5 giorni sono stati effettuati 265 controlli, di cui 164 si riferiscono a parchi, esercizi commerciali e assembramenti in aree pubbliche e 101 sono le autocertificazioni acquisite che saranno controllate nei prossimi giorni. Anche se alcuni segnali sull’andamento della pandemia sembrano essere incoraggianti, non bisogna abbassare la guardia. State a casa”.

Leggi anche

08/04/2020

Coronavirus: due i decessi a causa del Covid-19. Un morto a Cuorgnè (il quinto) e uno a Banchette

Due deceduti: uno a Cuorgnè e uno a Banchette. È la dimostrazione che il Coronavirus continua […]

leggi tutto...

08/04/2020

Coronavirus, cresce ancora il numero dei guariti. E sono 119 più di ieri. Oggi 68 decessi in Piemonte

Coronavirus: cresce, fortunatamente il numero di chi supera l’infezione: 732 pazienti guariti e 834 in via […]

leggi tutto...

08/04/2020

Emergenza Coronavirus: prodotte nei laboratori di Arpa Piemonte 8 tonnellate di gel igienizzante

A oggi i laboratori di Arpa Piemonte hanno prodotto 8 tonnellate di gel igienizzante che è […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy