Ciriè, pensionata estorceva ricariche Postepay alla commessa di tabacchino. Arrestata dai carabinieri

Ciriè

/

14/02/2017

CONDIVIDI

L'anziana ha estorto denaro per 46 mila euro fino a quando la vittima si è ribellata e si è rivolta agli uomini dell'Arma

Un’insospettabile pensionata di 61 anni residente a Ciriè è stata arrestata e posta ai domiciliari con l’accusa di estorsione. I fatti: l’anziana ricattava da tempo la commessa di una rivendita di tabacchi allo scopo di ottenere ricariche per 46 mila euro sulla sua carta Postepay senza spendere un centesimo.

Una cifra più che sostanziosa che l’anziana ha ottenuto minacciando la donna di farla licenziare dalla titolare accusandola di furto.

Le estorsioni si sono ripetute nel tempo fino a quando la commessa, esasperata, si è rivolta ai carabinieri e ha raccontato loro ogni dettaglio dell’incredibile estorsione. I carabinieri della tenenza di Ciriè hanno immediatamente avviato le indagini e, accertata la veridicità dei fatti, hanno arrestato la pensionata.

Una vicenda che ha dell’incredibile e che ha fatto vivere a una donna un incubo durato mesi per colpa di un’avida ricattatrice che non ha esitato a rovinare la vita di un’altra persona pur di ottenere un proprio vantaggio economico ottenuto, tra l’altro, in modo illecito.

Dov'è successo?

Leggi anche

23/02/2018

Previsioni Meteo: neve in Canavese e in Piemonte accompagnata dall’arrivo del freddo polare

Ecco le previsioni meteo per venerdì 23 febbraio. Giornata all’insegna del maltempo con piogge e nevicate […]

leggi tutto...

22/02/2018

Caselle, torna il parcheggio a pagamento. Adesso si potranno usare bancomat e carta di credito

A Caselle, dopo mesi di parcheggio libero e a volte caotico, tornano le strisce blu: dal […]

leggi tutto...

22/02/2018

Salerano: Ottino si dimette da sindaco, il prefetto scioglie il consiglio e commissaria il comune

Lascia l’Italia per raggiungere la famiglia in Portogallo e Salerano, comune di poco più di 500 […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy