Ceresole Reale: nelle casse del Comune solo 11 mila euro. Approvata la variazione di bilancio

10/08/2019

CONDIVIDI

Assestamento per 21 mila euro in uscita e 50 mila euro dello Stato in entrata. La neo amministrazione comunale deve fare i conti con un bilancio finanziario decisamente "magro". E "salta" anche l'Estate Ragazzi

Le casse comunali del Comune di Ceresole Reale sono allo stremo: la nuova amministrazione comunale può contare soltanto sulla disponibilità di 11 mila euro. Se ne è discusso nel corso dell’ultimo consiglio comunale che ha avuto luogo lo scorso 31 luglio. Al terzo punto all’ordine del giorno figurava l’assestamento di bilancio, che conteneva una variazione di bilancio di circa 21 mila euro così suddivisi: 13.600 euro per contributi per eventi e manifestazioni; 5.200 euro per l’acquisto di gasolio per il riscaldamento degli edifici comunali; 3.080 euro per manutenzione bagni comunali in paese. In entrata invece si è registrato il contributo straordinario di 50 mila euro erogato dal Ministero dell’Interno che verrà utilizzato per la manutenzione del patrimonio edilizio comunale.

Il punto all’ordine del giorno prevedeva anche la “salvaguardia degli equilibri di bilancio”, un atto dovuto che certifica il permanere dell’equilibrio del bilancio. Su questo punto, dopo l’esposizione del provvedimento da parte del vicesindaco Mauro Durbano, la consigliera di minoranza Cristiana Cima ha chiesto delucidazioni sulle motivazioni per cui i lavori di sostituzione dei pali dell’illuminazione sono bloccati. Le è stato risposto che quel cantiere, aperto dalla giunta di cui lei faceva parte, era carente di pratica paesaggistica e, di conseguenza, era obbligo dell’amministrazione bloccare i lavori per ottemperare agli obblighi di legge necessari. Benché lei sostenesse che si sarebbero dovuti finire i lavori e chiedere una sanatoria dopo, le è stato spiegato che la legge non prevede questo iter.

Dal canto suo, la capogruppo di minoranza ha comunque ammesso l’errore commesso dalla sua ex giunta ed è passata a chiedere chiarimenti sulle motivazioni per cui, quest’anno, non è stato attivato il servizio di estate ragazzi. E’ stato spiegato che le motivazioni sono molteplici: innanzitutto i tempi ristretti e il fatto che l’animatrice che ogni anno svolgeva il servizio non fosse più disponibile per quest’anno. In secondo luogo la mancanza di disponibilità di qualche privato cittadino a gestire un contributo erogato dal comune a lui direttamente (come consuetudine degli scorsi anni), col quale avrebbe poi pagato il servizio di estate ragazzi.

L’amministrazione comunale ha quindi ritenuto, anche alla luce delle scarsissime risorse rimaste in cassa, appena 11 mila euro, da tenere per eventuali emergenze, di non attivare il servizio per quest’anno e di riattivarlo dal prossimo anno, gestendo direttamente la procedura di selezione dell’operatore che erogherà il servizio tramite bando. La variazione di bilancio è stata approvata con 8 voti a favore e 2 astenuti.

Leggi anche

16/10/2019

Tragedia sfiorata a Valperga: auto travolta dal treno al casello ferroviario. 63enne finisce al Cto

Gravissimo incidente ferroviario sulla linea “Canavesana” al passaggio a livello di via Borrelli a Valperga. Un’auto […]

leggi tutto...

15/10/2019

Favria: domenica 20 ottobre appuntamento in piazza con una grandiosa castagnata

Domenica 20 ottobre avrà luogo a Favria una castagnata che non è solo il classico appuntamento […]

leggi tutto...

15/10/2019

Giovane coppia di Viù percorre undicimila chilometri a piedi attraverso tutta l’Europa

Hanno attraversato l’Europa percorrendo in un anno 11 mila chilometri a piedi. Anna Rastello e Riccardo […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy