Caselle: i carabinieri sequestrano ed espongono un caimano trovato in una valigia in aeroporto

Caselle

/

10/08/2017

CONDIVIDI

In esposizione anche zampe di elefante trasformati in portaoggetti, farfalle e tarantole del Perù oltre a intere collezioni di oggetti in avorio

Un souvenir da portare a casa e che ricordi le vacanze trascorse in un mare cristallino o in un luogo dove si sono vissute emozioni intense, fa parte dell’uso comune: ma quella di mettere un caimano in valigia per rivivere il viaggio compiuto in Africa è decisamente inusuale: a ritrovare l’animale imbalsamato sono stati i carabinieri Forestali del Comando Regionale del Piemonte nel bagagliaio di un passeggero in transito all’aeroporto di Caselle.

Adesso il caimano fa bella mostra di sé in una vetrina che è stata appositamente allestita nell’atrio dello scalo aereo. Il rettile è in buona compagnia: in esposizioni ci sono anche altri souvenir sequestrati perché provvisti delle necessarie certificazioni: soprammobili in avorio, zampe di elefante trasformati in macabri porta oggetti e zanne, sempre di elefante, finemente intarsiate: si possono anche ammirare borse confezionate con pelle di serpente o farfalle e tarantole del Perù.

Il comando dei carabinieri ricorda che se si acquista un souvenir derivato da specie animali è necessario il certificato cites, necessario per non incorrere in salate sanzioni amministrative e nell’immediato sequestro degli oggetti.

Dov'è successo?

Leggi anche

12/07/2020

Ivrea protagonista dell’hi-tech grazie al nuovo progetto “Ico Valley-Human Digital Hub”

 Si chiama “Ico Valley-Human Digital Hub” il progetto dedicato alla formazione e alle start-up digitali prenderà vita […]

leggi tutto...

12/07/2020

Coronavirus in Piemonte: l’epidemia rallenta. Nessun decesso e solo quattro nuovi contagiati

Coronavirus in Piemonte: l’epidemia rallenta. Nessun decesso e solo quattro nuovi contagiati. L’Unità di Crisi della […]

leggi tutto...

12/07/2020

Traversella: un’escursionista francese si infortuna in un sentiero. La gita finisce in ospedale

Traversella: un’escursionista francese si infortuna in un sentiero. La gita finisce in ospedale. Doveva essere una […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy