Canavese, tempi duri per le “lucciole”. Giro di vite anti-prostituzione dei carabinieri

Lusigliè

/

17/03/2017

CONDIVIDI

Quattro le nigeriane denunciate e due sono finite in questura per l'espulsione. I controlli proseguono

Proseguono i controlli dei carabinieri della Compagnia di Ivrea per il contrasto dell’immigrazione irregolare e della prostituzione su alcune strade provinciali che interessano i comuni di San Giorgio Canavese, Montalenghe, Cuceglio, San Giusto Canavese e Lusigliè. Nel corso dei controlli – gli ultimi svolti ieri – sono state fermate per l’identificazione cinque meretrici nigeriane. Nei confronti di quattro di esse è scattata una denuncia in stato di libertà per false dichiarazioni sull’identità personale poiché avevano fornito ai militari false indicazioni sulla propria identità.

Due prostitute, risultate irregolari sul territorio nazionale, sono state accompagnate presso la Questura di Torino per gli adempimenti finalizzati all’espulsione dal territorio nazionale. Da dicembre ad oggi i carabinieri della Compagnia di Ivrea hanno bloccato ed identificato complessivamente trenta donne nigeriane dedite al meretricio sulle strade del Canavese, undici delle quali sono risultate irregolari sul territorio nazionale.

I controlli proseguiranno anche nelle prossime settimane.

Dov'è successo?

Leggi anche

Ivrea

/

14/08/2018

Sanità in Canavese: l’Asl T04 assume 101 operatori sanitari per fronteggiare la carenza di personale

Oggi, martedì 14 agosto, la Direzione Generale dell’Asl T04 ha disposto l’assunzione di 101 operatori sanitari: […]

leggi tutto...

Rivarolo Canavese

/

14/08/2018

Rivarolo-Favria: violento scontro tra auto al passaggio a livello. Una vettura finisce sui binari

E’ stato per un puro caso se il bilancio di un incidente stradale non si è […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy