Canavese/Piemonte: la Regione stanzia 16 milioni di euro a sostegno degli operatori turistici

Canavese

/

15/04/2019

CONDIVIDI

Sono previsti contributi a fondo perduto per piccole e medie imprese attive nei servizi turistico-culturali, e in particolare nell’ambito del cicloturismo. Gli strumenti di finanziamento potranno essere erogati grazie a un accordo economico siglato con FinPiemonte

La Giunta regionale ha approvato una serie di misure di finanziamento specifiche per le imprese turistiche e le associazioni no profit piemontesi. Si tratta di strumenti destinati al sostegno, allo sviluppo, al potenziamento e alla qualificazione dell’offerta turistica, compresi la creazione e il miglioramento della ricettività. Grazie a un accordo con Finpiemonte nelle prossime settimane verranno attivati i seguenti strumenti di finanziamento: il Fondo rotativo per piccole e medie imprese a supporto degli investimenti (L.R.18/99, dotazione euro 11.250.000,00); grazie a questo strumento gli operatori potranno accedere a un finanziamento a tasso zero per un importo minimo di 50 mila e un massimo di un milione di euro, che dovrà essere erogato da Finpiemonte e, in parte, da un istituto di credito convenzionato; fino ad un massimo del 5% degli importi che saranno finanziati (e comunque fino a 50.000,00 euro) sarà erogato a fondo perduto. Gli interventi potranno riguardare il miglioramento e l’ampliamento dell’offerta ricettiva alberghiera ed extra-alberghiera, ma anche la realizzazione e il recupero di attrezzature per il turismo, compresi gli impianti di risalita e innevamento.

Tra le misure finanziarie di sostegno al turismo è da sottolineare l’istituzione di un Fondo di garanzia per il finanziamento di progetti di sviluppo turistico dei territori montani (L.R. 18/2017, dotazione euro 5 milioni di euro) che prevede la facilitazione per l’accesso al credito delle imprese appartenenti ai territori nei quali sono già stati attivati accordi di programma con la Regione Piemonte; gli interventi ammissibili potranno riguardare investimenti strutturali e infrastrutturali legati agli sport di montagna, all’escursionismo e al sistema neve.

E ancora: sono previsti contributi a fondo perduto per piccole e medie imprese attive nei servizi turistico-culturali, e in particolare nell’ambito del cicloturismo (L.R.18/99, dotazione euro 2 milioni di euro): questo strumento è a supporto dell’incremento e del miglioramento dei servizi offerti dalle imprese turistiche nuove o già operanti sul territorio regionale; la misura, a sportello, prevede la possibilità di accedere a un contributo fino a un massimo di 10 mila euro e a copertura del 70% dell’importo totale del progetto finanziato.

Si tratta di strumenti importanti con i quali, come sottolinea l’Assessora regionale alla Cultura e al Turismo, si intende fornire un supporto agli operatori e agevolare l’attivazione di investimenti, fondamentali per lo sviluppo del settore turistico. Questo pacchetto di misure, come aggiunge l’Assessora regionale, potrà inoltre migliorare la qualità e la competitività dell’offerta turistica piemontese.

Leggi anche

21/11/2019

Caselle: malvivente ruba profumi al supermercato poi, fuggendo, urta con l’auto una guardia giurata

Rischia l’arresto per aver compiuto un furto, poi trasformatosi in rapina, per un bottino di 131 […]

leggi tutto...

21/11/2019

Ciriè: concessionaria abusiva in frazione Devesi. Multa da 10 mila euro al titolare. Auto sequestrate

L’autosalone era in attività ma dal punto di vista amministrativo non esisteva. Per questa ragione gli […]

leggi tutto...

21/11/2019

Favria: l’addio all’alpino “Meo” Castello spentosi all’età di 82 anni. Il ricordo di Giorgio Cortese

Si è spento all’età di 82 anni Marco Bartolomeo Castello (Meo). Cavaliere del lavoro, membro del […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy