Il Canavese al Rallylegend di S. Marino: l’equipaggio Diaco-Sparvieri conquista il 3° posto di classe

18/10/2019

CONDIVIDI

I supporters piemontesi non sono mancati, scatenati e divertenti, a coronare questa avventura che ha portato il Canavese ad occupare ancora una volta un posto d'onore nel motorsport internazionale

Successo canavesano al Rallylegend di San Marino. L’equipaggio canavesano Diaco-Sparvieri, firmato Team Fast Drivers, ha conseguito un risultato a dir poco eccezionale e oltre ad ogni aspettativa, ottenendo un 3° posto di classe e un 13° assoluto, combattendo inoltre con auto tecnicamente più dotate al Rallylegend che si è svolto lo scorso 13 ottobre a San Marino.

“Il supporto degli sponsor è stato fondamentale: grazie prima di tutto a Demezzi che ha fortemente incoraggiato questa partecipazione, poi a Stilcar2 Srl che in tempi strettissimi ha realizzato un lifting totale della vettura – afferma Francesco Diaco -.Un grazie anche a Aimonetto Diego di Aimorent che ha messo a disposizione il furgone assistenza e a Stefano Mazzetto di MSC Design per la grafica applicata alla vettura”.

I supporters piemontesi non sono mancati, scatenati e divertenti, a coronare questa avventura che ha portato il Canavese ad occupare ancora una volta un posto d’onore nel motorsport internazionale. L’odierna edizione del Rallylegend si è rivelata memorabile. La presenza di Thierry Neuville e del team Hyundai Motorsport, con il team director Andrea Adamo che ha presenziato alle serie di test in programma, di Andreas Mikkelsen e di Craig Breen, anche loro provenienti dal WRC aveva già creato grande interesse. Si sono poi aggiunti il funambolo americano Ken Block, che ha composto con Gigi Galli, ultimo pilota italiano “ufficiale” nel Mondiale Rally, e con Mattias Ekstrom, campione mondiale rallycross nel 2016 e due volte in pista nel Dtm, un terzetto che ha infiammato il pubblico – tanto, tantissimo, molto di più dei quasi settantamila del 2018.

Poi Miki Biasion, il due volte vincitore del rally iridato, presenza immancabile di Rallylegend, con la ciliegina finale di Andrea Dovizioso, che alla domenica si è voluto cimentare al volante. Il risultato è stato, ancora una volta, una quattro giorni intensa, di grande passione e di festa dei rally di ieri e di oggi. E se i tanti giovani presenti hanno affollato le hospitality e le prove speciali per festeggiare i beniamini di oggi, per gli appassionati con i capelli grigi Rallylegend Heritage ha rappresentato un tuffo in un passato glorioso, concretizzato in una ventina di meraviglie a quattro ruote, che ha fatto brillare gli occhi di emozioni a tanti. Anche “The Legend Show”, l’altra novità di questa edizione, una sfida a coppie, senza rilevamento tempi ma solo spettacolo, intorno a due rotonde, diverrà probabilmente un altro “must” dei prossimi Rallylegend.

Leggi anche

03/06/2020

Coronavirus: durante l’emergenza pestilenziale boom delle truffe ai danni di indifesi anziani

Nelle ultime settimane, con l’inizio della Fase 2 legata all’emergenza sanitaria Covid-19, è ripreso il fenomeno […]

leggi tutto...

03/06/2020

Coronavirus in Piemonte: drastico calo dei nuovi contagi. Leggero aumento dei decessi in ospedale

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte comunica che oggi, mercoledì 3 giugno, i pazienti virologicamente guariti, […]

leggi tutto...

03/06/2020

A Ivrea “l’alba di un nuovo giorno per l’umanità”. L’artista Joey Guidone dona un’opera pittorica all’ospedale

A Ivrea “l’alba di un nuovo giorno per l’umanità”. L’artista Joey Guidone dona un’opera pittorica all’ospedale. […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy