Belmonte: vigili del fuoco e volontari Aib hanno finalmente domato il rogo. Il Santuario è salvo

Valperga

/

28/04/2016

CONDIVIDI

I soccorritori hanno lavorato tutto il pomeriggio e gran parte della notte per spegnere l'incendio grazie anche all'intervento di un Canadair. La matrice pare sia dolosa

L’incendio che ha minacciato di distruggere il Sacro Monte di Belmonte, si è sviluppate su più fronti: un indizio che fa pensare che la matrice sia dolosa. Gli agenti del Corpo Forestale dello Stato che stanno indagando su questo episodio e su altri devastanti incendi che che dalla fine dello scorso anno fanno distrutto diverse centinaia di ettari di boscaglia e prati adibiti a pascolo in Valle Sacra e in Valchiusella, hanno pochi dubbi in proposito.

L’impegnativo lavoro compiuto dai vigili del fuoco e delle squadre dei volontari Aib, ha avuto ragione del rogo che è stato domato soltanto a tarda notte. Con l’ausilio di un Canadair della Protezione Civile. Il Santuario, dichiarato dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità, è salvo, ma parte del Sacro Monte è stato distrutto dalle fiamme. Non è la prima volta che il fuoco aggredisce le pedici del monte: più volte l’ente che gestisce il Santuario è dovuta intervenire per ripiantumare gli alberi divorati dalle fiamme.

Le prime lingue di fuoco hanno aggredito la boscaglia nel primo pomeriggio di ieri nel pendici del Monte sopra la frazione Piandane al confine tra il territorio comunale di Valperga e Pertusio e il vasto fronte dell’incendio era visibile anche da Torino.

Gli sforzi congiunti dei soccorritori hanno impedito che l’incendio aggredisse il complesso degli edifici del Santuario anche le fiamme hanno lambito una legnaia costruita a ridosso dei primi edifici. I volontari dell’Aib hanno pattugliato per tutta la notte la porzione di territorio interessata dal rogo e hanno realizzato, insieme ai pompieri, una trincea antifuoco.

(Immagine di repertorio)

Dov'è successo?

Leggi anche

18/10/2019

Pont Canavese: riprendono le ricerche per risolvere il “giallo” della scomparsa di Elisa Gualandi

Svanita nel nulla: il “giallo” che circonda la scomparsa di Elisa Gualandi, 54 anni, impiegata al […]

leggi tutto...

18/10/2019

Piemonte e Canavese: 35 milioni dal ministero dell’Ambiente contro il rischio idrogeologico

Sono quasi 35 i milioni di euro assegnati dal Ministero dell’Ambiente al Piemonte per la mitigazione […]

leggi tutto...

18/10/2019

Il Canavese al Rallylegend di S. Marino: l’equipaggio Diaco-Sparvieri conquista il 3° posto di classe

Successo canavesano al Rallylegend di San Marino. L’equipaggio canavesano Diaco-Sparvieri, firmato Team Fast Drivers, ha conseguito […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy