Agliè, progetto franco-canavesano per dare vita a un Piano Integrato di sviluppo territoriale

Ivrea

/

08/02/2017

CONDIVIDI

Per la prima volta l'intero territorio canavesano è protagonista di un evento transfrontaliero riguardante la mobilità sostenibile e lo spopolamento della valli montane, varato da 10 partner italiani e francesi

Per la prima volta, l’intero territorio del Canavese, Eporediese e Valli di Lanzo è protagonista di una candidatura nella programmazione transfrontaliera Alcotra 2014/2020.
Un lavoro comune cominciato nell’autunno del 2015, che si sta per concretizzare con la presentazione di un Piano Integrato territoriale (Piter) nel quale dieci partner italiani e francesi propongono un progetto di sviluppo locale che riguarda temi come la mobilità sostenibile, i servizi socio-sanitari per la lotta contro lo spopolamento delle aree montane e rurali, l’innovazione nei mestieri del territorio, il turismo per tutti.
Il territorio di riferimento corrisponde alle zone omogenee del Ciriacese e Valli di Lanzo, Canavese occidentale ed Eporediese della Città Metropolitana di Torino cioè a 144 Comuni per una popolazione di circa 275.000 abitanti.

I partner italiani promotori del Piter sono la Città Metropolitana di Torino, la Camera di Commercio di Torino, la Federazione Provinciale Coldiretti, il GAL Valli di Lanzo Ceronda e Casternone e il GAL Valli del Canavese a cui si sono aggiunti negli ultimi mesi l’Unité des Communes Gran-Paradis della Regione Valle d’Aosta. Sul fronte francese, i partner sono Syndacat Mixte de l’Avant Pays Savoyard, Communauté de Communes Coeur de Savoie, Arlysère e il Dipartimento della Savoia.

La candidatura al Piter scade a metà marzo, le valutazioni ed eventuali approvazioni sono previste nel mese di giugno.
Per illustrare al tessuto sociale, economico, produttivo ed amministrativo del territorio interessato le linee guida che hanno ispirato il progetto transfrontaliero, si terrà una presentazione pubblica mercoledì 15 febbraio alle ore 17.30 ad Agliè, nel salone Alladium di via Bairo messo a disposizione dal sindaco Marco Succio.
Porteranno i saluti istituzionali Anna Merlin consigliera della Città metropolitana con delega ai progetti europei e Guido Bolatto direttore della Camera di Commercio di Torino, poi gli interventi di Fabrizio Galliati presidente provinciale Coldiretti, Luca Bringhen presidente Gal Canavese, Claudio Amateis presidente Gal Valli Lanzo Ceronda e Casternone serviranno ad illustrare le origini della candidatura ed il lungo percorso di costruzione del progetto.

Dov'è successo?

Leggi anche

Ivrea

/

12/11/2018

Canavese: il “GraiesLab” che punta su innovazione, turismo, mobilità e servizi socioassistenziali

Prenderà il via giovedì 15 novembre a partire dalle ore 15 a Torino nello spazio eventi […]

leggi tutto...

Ingria

/

12/11/2018

Valsoana: l’Enel realizza una nuova linea elettrica. La strada provinciale n° 47 chiude al traffico

L’Enel realizzerà una nuova linea elettrica in Valsoana e per questa ragione la Città Metropolitana ha […]

leggi tutto...

Ivrea

/

12/11/2018

Ivrea, il carcere non è sicuro. L’Osapp, indacato della polizia penitenziaria: “Deve essere chiuso”

L’Osapp, il sindacato autonomo che rappresenta e tutela gli agenti della polizia penitenziaria, non ha dubbi: […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy