Caselle: trasportava 19 mila euro non dichiarati. Keniano fermato dal fiuto del cane Zeby

Caselle

/

17/10/2016

CONDIVIDI

Il passeggero era convinto che i cani fiutassero soltanto droga e non banconote. L'uomo ha dovuto pagare una "salata" sanzione

Un cinquantenne distinto che vestiva con eleganza e si muoveva con disinvoltura. Troppa. Tanto da chiedere gli agenti della Guardia di Finanza in servizio all’aeroporto “Sandro Pertini” con quali modalità si addestravano i cani, convinto fossero eslusivamente addestrati per “fiutare” la droga e non le banconote.

E’ stato uno di questi cani di nome Zeby a fiutare il contenuto della valigia appartenente al passeggero di origini keniane giunto a Torino dove aver fatto scalo ad Amsterdam. L’abbaiare del cane ha insospettito i finanzieri che hanno deciso, insieme ai funzionari della Dogana, di ispezionare il bagaglio a mano del passeggero.

E qui è saltata furi la sorpresa: nel corso dell’ispezione , ben nascosti tra gli indumenti, gli agenti delle Fiamme Gialle hanno trovato 19 mila euro in banconote.

L’uomo ha dovuto pagare una “salata” multa per esportazione di valuta ed è stato segnalato all’Agenzia delle Entrate affinchè sia verificata la sua posizione fiscale.

Dall’inizio del 2016 gli agenti della Guardia di Finanza ha fermato una settantina di persone che aveva cercato di contrabbandare 950 mila euro non dichiarati.

Dov'è successo?

Leggi anche

24/05/2018

TRAGEDIA AD ARE’: TRENO CONTRO CAMION. UN MORTO E NUMEROSI FERITI

Lo scenario che il disastro ferroviario che ha avuto luogo nella tarda serata di oggi, mercoledì […]

leggi tutto...

23/05/2018

Villanova-Nole: Tir trancia i cavi elettrici al passaggio a livello. 200 le persone bloccate su un treno Gtt

Un altro mezzo pesante che al passaggio a livello urta e trancia i cavi dell’energia elettrica: […]

leggi tutto...

23/05/2018

Banchette: furgone travolge una donna in bici e si schianta contro un negozio. Grave una 54enne

Travolta da un furgone mentre si stava recando al lavoro in bicicletta: vittima del grave incidente […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy