Borgaro, saranno i “City Angels” a garantire la sicurezza sugli autobus della “linea dei nomadi”

Borgaro

/

14/01/2017

CONDIVIDI

Non saranno soltanto i volontari a scoraggiare soprusi e furti ma anche le telecamere fisse e i controllori del Gtt

Il preannunciato avvio di quello che è stato denominato “progetto sicurezza” è realtà: sulla linea 69 (ribattezzata linea dei nomadi) che collega tramite gli autobus Borgaro a Torino, salgono i “City Angels”. Ad ingaggiare i vigilantes dell’associazione di volontariato milanese è stato il sindaco di Borgaro Claudio Gambino.

La convenzione è stata siglata e la vigilanza fissa sui mezzi di trasporto sarà quotidianamente garantita e i “City Angels” viaggeranno sui bus per proteggere i passeggeri borgaresi, in particolar modo gli studenti, dai continui reati compiuti dai nomadi rom che risiedono nel vicino campo di strada Aeroporto che, tutti i giorni, salgono a bordo del 69: i volontari garantiranno, in via sperimentale, la loro rassicurante presenza dalle 13,00 alle 16,00 dal lunedì al venerdì.

Il sindaco Claudio Gambino l’aveva promesso ai suoi amministrati: basta con le violenze, scippi e furti. Per questa ragione il primo cittadino si era più volte incontrato con il Prefetto di Torino, il questore, i vertici del Gtt (il Gruppo Trasporti Torinese) e quelli delle forze dell’ordine. Ma questa volta l’azienda di trasporti torinese ha deciso, al di là della presenza dei vigilantes volontari, di installare telecamere fisse sugli autobus e di assicurare una maggiore presenza dei controllori.

E non è tutto: il sindaco Claudio Gambino invita tutti coloro che dovessero essere vittima di furti, vessazioni o soprusi su quella “maledetta” linea di trasporto a sporgere denuncia alle forze dell’ordine.

Dov'è successo?

Leggi anche

Castellamonte

/

24/11/2017

Castellamonte/Ozegna: violento scontro tra auto sulla provinciale. Due feriti di San Giusto e San Giorgio

Uno scontro violentissimo tra due auto ha fatto finire in ospedale entrambi i conducenti degli automezzi: […]

leggi tutto...

Cantoira

/

24/11/2017

Violento incendio a Cantoira: grazie a WhatSapp i residenti nel paese salvano il bosco

E’ grazie all’applicazione per smartphone WhatSapp che è stato possibile circoscrivere un violento incendio che avrebbe […]

leggi tutto...

24/11/2017

Albiano d’Ivrea: è deceduta l’ex professoressa Liana Montevecchi vittima di un tragico incidente stradale

Era rimasta coinvolta, nel pomeriggio di martedì, in un grave incidente stradale ad Albiano nel corso […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy