20/01/2020

Cronaca

Volpiano, a breve i lavori per mettere in sicurezza la “provinciale” 500. Stop agli incidenti mortali

CONDIVIDI

La pericolosità di un tratto della strada provinciale 500 di Volpiano era stata oggetto, nel settembre 2019, di un incontro nella II Commissione consiliare e quindi di un successivo incontro in Prefettura, in occasione delle riunioni relative ai Piani di emergenza esterna delle aziende a rischio rilevante presenti nella zona. Il consigliere delegato alle attività produttive Dimitri De Vita e il vicesindaco Marco Marocco si erano impegnati in quell’occasione a garantire l’avvio di una serie di lavori propedeutici a migliorare le condizioni di sicurezza del tratto stradale. “La Città metropolitana di Torino – spiega il consigliere De Vita -mantiene i suoi impegni e in effetti in questi mesi sono state realizzate diverse attività per risolvere la situazione”.

Fra le attività sono da annoverare la chiusura definitiva del varco di accesso all’attività Butan Gas con installazione di barriere di sicurezza metalliche; l’invio di una nota alla Società Eni per modificare l’accesso allo stabilimento, da cui la Città metropolitana sta aspettando un riscontro e la definizione tecnica da parte della Società; nel frattempo, a seguito di un incontro tenutosi in Prefettura, è stata valutata positivamente la proposta di far confluire l’accesso in una rotatoria da realizzare all’intersezione con via Pisa e sono in corso di trattazione le competenze e gli aspetti finanziari – tale soluzione eviterebbe la modifica del loro accesso attuale con la relativa chiusura.

E ancora: è stato validato il progetto definitivo-esecutivo della rotatoria all’intersezione tra la strada provinciale 40 e la viabilità comunale (quasi confine con comune di Leinì – zona insediamento Sparco): possibile inizio lavori per metà 2020. Importo finanziato 250mila euro.

Tra l’altro sono stati condotti studi per la messa in sicurezza dell’accesso di via Pisa con la strada provinciale 500: si stanno progettando ipotesi tecniche diverse (materializzazione delle isole spartitraffico ed installazione di semaforo) che stante le condizioni geomorfologiche e l’imponenza dell’arteria vengono stimati in almeno 150mila euro e per tali cifre risulta necessaria un’iscrizione a bilancio.

È da sottolineare il fatto che alla fine del mese di novembre 2019 si è svolto un incontro con l’Amministrazione comunale in merito all’installazione di autovelox/tutor lungo la direttrice: a oggi non si è ancora avuto riscontro definitivo dal Comune. La Città metropolitana ha inoltre finanziato con un importo di 1 milione e mezzo di euro l’intervento relativo alla strada provinciale 500 per il completamento del sottopasso al chilometro 3+200 con l’autostrada Torino-Milano al chilometro 3+200, sempre nel Comune di Volpiano, un intervento sospeso da alcuni anni per fallimento della ditta appaltatrice.

13/08/2022 

Cronaca

Confagricoltura: frutta di ottima qualità, ma il mercato è rallentato dalle vacanze. Incognita autunno

A causa dell’anomala e prolungata ondata siccitosa, sottolinea Confagricoltura, la parola d’ordine per i frutticoltori è […]

leggi tutto...

13/08/2022 

Cronaca

Cuorgné: auto si schianta contro il muro del parcheggio. Muore in ospedale pensionato di 74 anni

Un’altra morte dovuta a un incidente stradale: dopo 13 giorni di agonia è deceduto ieri, venerdì […]

leggi tutto...

13/08/2022 

Economia

Gli agriturismi tra le location preferite per le vacanze di centinaia di migliaia di piemontesi

In agriturismo, vicino a piccoli borghi ben serviti, vivendo esperienze in azienda agricola e mangiando prodotti […]

leggi tutto...

13/08/2022 

Cronaca

Danni per il maltempo a Chivasso: si lavora anche al ripristino dell’illuminazione pubblica

Non sta interessando solo il Palazzetto dello Sport di via Favorita la conta dei danni causati […]

leggi tutto...

13/08/2022 

Cronaca

È morto Piero Angela, il celebre divulgatore televisivo che insegnò la scienza agli italiani

Piero Angela è morto nella notte di oggi, sabato 13 agosto, mentre si trovava a Cagliari. […]

leggi tutto...

12/08/2022 

Cronaca

L’Uncem: “cinghiali, in Canavese serve un serio piano di abbattimento”. Gli agricoltori sono esasperati

“Serve un piano di abbattimenti dei cinghiali serio, chiaro a tutti, senza troppi passaggi burocratici, senza […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy