Tragedia a Ivrea: dipendente della Scs muore sul lavoro stroncato da un malore fulminante

29/06/2020

CONDIVIDI

L'uomo aveva 60 anni e si è sentito male mentre spazzava il Ponte Vecchio. Vano ogni soccorso

Aveva 60 anni ed è morto, stroncato da un malore fulminante, mentre stava svolgendo il proprio lavoro. Gianni Barbieri, addetto allo spazzamento della Scs, la società che gestice la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti in parecchi comuni del’Eporediese, è morto in un’assolata mattina di giugno mentre stava spazzando, come sempre, il Ponte Vecchio a Ivrea. E’ accaduto intorno a mezzogiorno di oggi, lunedì 29 giugno. Gianni Barbieri abitava con la famiglia in via Aosta a Ivrea. A chiamare i soccorsi sono stati alcuni passanti che lo hanno visto barcollare e cadere.

I soccorsi sono arrivati tempestivamente sul luogo della disgrazia ma nonostante il trasporto d’urgenza al pronto soccorso dell’ospedale, i medici non sono riusciti a strapparlo alla morte. Sul luogo della disgrazia sono anche intervenuti gli agenti di polizia e gli ispettori dello Spresal dell’Asl T04.

Toccherà alla procura, se lo riterrà opportuno, disporre ulteriori accertamenti per chiarire le cause della morte.

Leggi anche

21/09/2020

Covid, Gallo e Valle (Pd) lanciano l’allarme: “Medici di base da soli a fronteggiare la pandemia”

L’epidemia da Coronavirus è al centro dell’attività politica del Consiglio regionale piemontese. Nella mattinata di oggi, […]

leggi tutto...

21/09/2020

Omicidio-suicidio di Rivara: la pistola del delitto al Ris di Parma per scoprirne la provenienza

Sull’omicidio-suicidio di Rivara Canavese le indagini condotte dagli uomini del Comando provinciale dei carabinieri di Torino […]

leggi tutto...

21/09/2020

Rivara, la madre del bimbo ucciso dal padre: “Pensavo facesse del male a me non a nostro figlio”

È comprensibilmente distrutta dal dolore Iris Pezzetti, l’ex compagna di Claudio Baima Poma, l’operaio 47enne che […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy