06/03/2022

Cronaca

Ucraina: a Salassa grande gara di solidarietà a favore dei profughi. Il cuore canavesano batte sempre

CONDIVIDI

A Salassa ferve senza sosta la raccolta di indumenti e di alimenti a lunga durata da inviare alla popolazione Ucraina invasa dalle truppe russe. Un altro grande gesto di generosità, attivato su iniziativa della rotariana Roberta Bianchetta, che dimostra come nei momenti più drammatici il Canavese non si risparmia ed è sempre fortemente solidale con chi soffre. Lo dimostra il fatto che oltre ai sei pallet già ultimati e che partiranno il prossimo mercoledì, ci sarebbe ancora molto materiale da inviare. Ma le spedizioni costano e i volontari sono alla ricerca di benefattori che possano aiutare il Comune di Salassa a coprire i costi di spedizione. Un esempio pratico: il singolo pallet delle dimensioni di 20 per 120 e 200 centimetri ha un costo di 400 euro e anche solo coprendo una parte delle spese si potrebbe contribuire ad aiutare concretamente le persone in difficoltà.

“Non solo a Salassa ma in tutto il Canavese si è scatenata una gara solidale inaspettata – sottolinea Roberta Bianchetta -. Una generosità che ci ha stupiti. Stiamo raccogliendo una grande quantità di generi alimentari e indumenti che adesso crea problemi logistici per quanto concerne la spedizione del materiale che stiamo cercando di superare in tutti i modi. È in dubbio che l’aiuto dei privati si rivelerà ancora una volta doppiamente prezioso”. Il Centro di raccolta, avviato il 4 marzo presso il municipio e proseguito il 5 e 6 marzo, osserva i seguenti orari: lunedì 7 dalle ore 10,00 alle 14,00 e dalle 15.30 alle 18,00 e martedì 8 marzo dalle ore 10,00 alle 12,00.

In questa prima fase il materiale richiesto riguarda il vestiario, ovvero calzini caldi per i bambini, donne e uomini, cappelli caldi, guanti di lana, giacconi e piumini, maglioni pesanti e biancheria intima. Per quanto concerne i generi alimentari la necessità riguarda il thè, caffè solubile, biscotti, merendine, cibo in scatola, latte a lunga conservazione, latte condensato, latte in polvere per i neonati, omogeneizzati di carne e frutta e marmellata.

Per quanto riguarda invece i generi vari la raccolta necessita si coperte, sacchi a pelo, guanti monouso, kit di pronto soccorso, lampada frontale, torce, caschi da sci e da bici (da utilizzare come protezione), riscaldatori chimici, pannolini di varie misure per i bambini e anziani, latte detergente per i neonati, cotone, garze, bende, batterie (power bank) per ricaricare i cellulari.

L’iniziativa è stata organizzata in collaborazione della Città di Chivasso e con il coordinamento del Console Onorario della Polonia a Torino Ulrico Leiss De Leimburg. Il primo viaggio della solidarietà avrà luogo mercoledì 9 marzo e l’autocarro raggiungerà Przemyl in Polonia, città gemellata con quella di Chivasso e che si trova a circa 15 chilometri dal confine russo. Il materiale sarà recapitato direttamente al sindaco Wojciech Bakun che provvederà a distribuire i rifornimenti che saranno distribuiti ai profughi, donne e bambini civili ucraini che stanno fuggendo da questa folle guerra.

13/08/2022 

Cronaca

Confagricoltura: frutta di ottima qualità, ma il mercato è rallentato dalle vacanze. Incognita autunno

A causa dell’anomala e prolungata ondata siccitosa, sottolinea Confagricoltura, la parola d’ordine per i frutticoltori è […]

leggi tutto...

13/08/2022 

Cronaca

Cuorgné: auto si schianta contro il muro del parcheggio. Muore in ospedale pensionato di 74 anni

Un’altra morte dovuta a un incidente stradale: dopo 13 giorni di agonia è deceduto ieri, venerdì […]

leggi tutto...

13/08/2022 

Economia

Gli agriturismi tra le location preferite per le vacanze di centinaia di migliaia di piemontesi

In agriturismo, vicino a piccoli borghi ben serviti, vivendo esperienze in azienda agricola e mangiando prodotti […]

leggi tutto...

13/08/2022 

Cronaca

Danni per il maltempo a Chivasso: si lavora anche al ripristino dell’illuminazione pubblica

Non sta interessando solo il Palazzetto dello Sport di via Favorita la conta dei danni causati […]

leggi tutto...

13/08/2022 

Cronaca

È morto Piero Angela, il celebre divulgatore televisivo che insegnò la scienza agli italiani

Piero Angela è morto nella notte di oggi, sabato 13 agosto, mentre si trovava a Cagliari. […]

leggi tutto...

12/08/2022 

Cronaca

L’Uncem: “cinghiali, in Canavese serve un serio piano di abbattimento”. Gli agricoltori sono esasperati

“Serve un piano di abbattimenti dei cinghiali serio, chiaro a tutti, senza troppi passaggi burocratici, senza […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy