20/01/2019

Cronaca

Giornata della Memoria a Rivarolo: venerdì 25 tre eventi per ricordare l’orrore del genocidio

Rivarolo Canavese

/
CONDIVIDI

In occasione della Giornata della Memoria, l’Assessorato alla Cultura del Comune di Rivarolo Canavese intende commemorare l’evento dedicando un’intera giornata ai diversi significati delle “Memorie”.  Il prossimo venerdì 25 gennaio 2019, la Città ricorderà le persecuzioni attuate dai nazi-fascisti nei tragici giorni della Seconda Guerra Mondiale. Questo il programma: alle 10,00 del mattino nella Sala Consiliare avrà luogo l’inaugurazione della mostra dal titolo “L’olocausto silenzioso” che avrà quale tema l’eliminazione dei disabili e dei malati mentali nella Germania nazista. Interverranno all’evento il sindaco di Rivarolo Canavese Alberto Rostagno e il vice presidente della Fondazione Comunità “La Torre” Anffas Giandario Storace, l’Assessore alla Cultura e Istruzione Costanza Conta Canova, gli Autorappresentanti della Comunità “La Torre” Anffas, il vice presidente dell’Anpi Rivarolo-Favria-Oglianico Giampiero Cassulo, le rappresentanze delle classi 5 ° scuole primarie del Comune di Rivarolo Canavese: Istituto SS. Annunziata, Istituto Immacolata Concezione, Scuola Primaria “Gibellini Vallauri”.

La mostra resterà aperta dal 25 gennaio al 2 febbraio 2019. Questo l’orario di apertura: feriali (eccetto il lunedì): 15.30 alle 18.00; sabato e domenica 10.00-12.00 – 16.00-18.30.  E’ possibile effettuare le visite per singole classi su prenotazione presso la Biblioteca (0124/26377). La mostra è stata realizzata dall’Anffas Comunità “La Torre” e si pone lo scopo di far conoscere le motivazioni culturali, scientifiche e politiche che portarono prima alla sterilizzazione, poi all’uccisione dei disabili da parte dei nazisti.

Sempre venerdì 25 gennaio alle 18 nella Biblioteca “Domenico Besso Marcheis” il Circolo dei Lettori si occuperà della “Memoria del passato e la consapevolezza del presente” Testimonianze dai lager di ieri e di oggi attraverso le lettura da alta voce di brani tratti da libri, riviste, reportage. Per mettere, si spiega, l’accento sui lager “contemporanei” che rischiano di passare inosservati come furono ignorati in quegli anni i lager nazisti.

La commemorazione si concluderà alle ore 21.00 in sala consiliare con “Le leggi razziali fasciste del 1938”: la relatrice, professoressa Elisabetta Massera, si soffermerà sulle leggi razziali e contemporaneità per chiudere il cerchio su uno dei periodi storici più mostruosi che il Mondo abbia attraversato. Sono previsti i saluti del sindaco Alberto Rostagno, del Presidente Anpi Gabriella Meaglia e dell’Assessore alla Cultura Costanza Conta Canova.

17/04/2021 

Sanità

Covid-19: accordo della Regione Piemonte con i farmacisti per i vaccini Pzifer e Moderna

Regione Piemonte, Federfarma e Assofarm hanno definito il percorso che consentirà ai farmacisti di somministrare anche […]

leggi tutto...

17/04/2021 

Sanità

Covid in Piemonte: oggi 865 nuovi casi e 25 decessi. 1.809 i pazienti guariti rispetto a ieri

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE Alle ore 17,00 di oggi, sabato 17 aprile, l’Unità di […]

leggi tutto...

17/04/2021 

Cronaca

Rivarolo: lo straziante saluto della città ai coniugi Dighera. Domani 18 aprile è lutto cittadino

Rivarolo Canavese si è fermata, nel primo pomeriggio di oggi, sabato 17 aprile, per tributare l’ultimo […]

leggi tutto...

17/04/2021 

Cronaca

Pensionato di Corio esce di strada con l’auto, si schianta contro un albero e finisce in ospedale

Un pensionato settantenne è stato ricoverato in ospedale a Ciriè in seguito a un incidente stradale […]

leggi tutto...

17/04/2021 

Cronaca

Telefonata anonima in ospedale contro il pluriomicida: “Stacchiamo la spina a Tarabella”

“Stacchiamo la spina a Tarabella”: la telefonata anonima è giunta all’ospedale San Giovanni Bosco di Torino […]

leggi tutto...

16/04/2021 

Sanità

Covid in Piemonte: oggi 1.200 nuovi casi. 38 i decessi. Cala la pressione sulle terapie intensive

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE Alle 16,30 di oggi, venerdì 16 aprile, l’Unità di Crisi […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy