Cuorgnè: insulta i medici e danneggia il pronto soccorso dell’ospedale. Nei guai paziente violento

23/07/2020

CONDIVIDI

I carabinieri, chiamati dal personale sanitario, sono riusciti a calmare l'uomo che un mese fa aveva aggredito un infermiere

Insulta i medici e danneggia il pronto soccorso dell’ospedale di Cuorgnè. Nei guai paziente violento.

Ancora violenza all’interno del pronto soccorso dell’ospedale di Cuorgnè. E’ accaduto nella tarda mattinata di oggi, giovedì 23 luglio, intorno a mezzogiorno. Un paziente, per cause ancora in via di accertamento ha aggredito verbalmente il personale sanitario e ha seriamente danneggiato gli arredi presenti nel triage dell’ospedale cuorgnatese: un monitor, divelto una zanzariera, uno strumento usato per l’ossigenazione e danneggiato porte e finestre. Non si che cosa abbia fatto andare in escandescenze l’uomo già noto alle forze dell’ordine. Un mese fa era finito nei guai per aver aggredito un infermiere nel pronto soccorso dell’ospedale di Cuorgnè.

A chiamare il 112 sono stati i medici presenti nel triage, Sul posto sono tempestivamente intervenuti i carabinieri della stazione di Cuorgnè, della stazione di Rivarolo Canavese e del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Ivrea. Gli uomini dell’Arma sono riusciti a calmare l’uomo e lo hanno accompagnato in caserma.

La sua posizione è adesso al vaglio dell’autorità giudiziaria.

Leggi anche

25/09/2020

Sanità, la Regione stanzia 35 milioni per ridurre le liste d’attesa. All’Asl T04 oltre 3 milioni di euro

Sanità, la Regione Piemonte stanzia 35 milioni per ridurre le liste d’attesa. All’Asl T04 oltre 3 […]

leggi tutto...

25/09/2020

Coronavirus in Piemonte: nuova impennata dei contagi (+120). Un decesso e 65 pazienti guariti

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte comunica che, alle 17,30 di oggi venerdì 25 maggio i […]

leggi tutto...

25/09/2020

Cadono i primi fiocchi: nevicate in Valle Orco e al Sestriere. Chiusa la strada per il Nivolet

Cadono i primi fiocchi: nevicate in Valle Orco e al Sestriere. Chiusa la strada per il […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy