28/04/2024

Cronaca

La rivarolese Marta Camerlo nominata Alfiere della Repubblica dal Capo dello Stato Mattarella

Rivarolo Canavese

/
CONDIVIDI

Nel variegato panorama delle giovani speranze italiane, Marta Camerlo si distingue come un faro di resilienza e dedizione. La sua storia è una di quelle che meritano di essere raccontate, non solo per l’eccezionale coraggio mostrato nel fronteggiare una grave malattia in tenera età, ma anche per il modo in cui ha trasformato la sua prova in un trampolino di lancio per aiutare gli altri. La decisione del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, di conferire a Marta l’attestato d’onore di “Alfiere della Repubblica” è un riconoscimento che va oltre il personale: è un simbolo dell’impegno civico che anima la gioventù del nostro paese.

Marta, originaria di Rivarolo Canavese e nata nel 2009, ha affrontato con tenacia una malattia che l’ha colpita durante l’infanzia, emergendo non solo guarita ma anche rafforzata. Il comunicato ufficiale del Quirinale sottolinea la sua attività di volontariato come esempio di come la sofferenza possa essere convertita in accoglienza e impegno verso la vita. Dopo aver superato la sua battaglia personale, Marta ha scelto di dedicarsi al volontariato, contribuendo in modo significativo all’Arsenale della Pace di Torino. Qui, si occupa di numerose attività, tra cui il doposcuola per i bambini di Porta Palazzo, lo smistamento di beni di prima necessità per le famiglie bisognose, la pulizia degli spazi comuni e il lavoro nell’orto.

Il tema della solidarietà ambientale e culturale ha guidato la selezione degli Alfieri della Repubblica nel 2023, un anno segnato dalle devastanti alluvioni che hanno colpito la Romagna e la Toscana. Questi eventi hanno evidenziato l’altruismo e la generosità dei giovani italiani, che hanno risposto con azioni di volontariato e cittadinanza attiva. Gli Alfieri scelti rappresentano storie di passione e impegno che hanno contribuito a ridurre le disuguaglianze sociali e culturali, dimostrando che tali comportamenti sono diffusi e radicati nella società italiana.

La storia di Marta Camerlo è emblematica di questa tendenza: una giovane che ha saputo trasformare la sua esperienza personale in un impegno collettivo. Il suo esempio non è isolato, ma riflette una realtà più ampia di solidarietà spontanea e di impegno civico che caratterizza la nuova generazione di italiani.

Con il suo operato, Marta non solo ha superato le proprie sfide, ma ha anche ispirato altri a fare lo stesso, dimostrando che la resilienza personale può avere un impatto profondo sulla comunità.

23/05/2024 

Cronaca

Forno Canavese: i genitori si picchiano di fronte alla scuola. Gli studenti trattenuti nelle aule

Forno Canavese: i genitori si picchiano di fronte alla scuola. Gli studenti trattenuti nelle aule Un […]

leggi tutto...

23/05/2024 

Cronaca

Caluso: infiltrazioni all’Istituto Ubertini. Dichiarate inagibili quattro aule. Acqua anche in palestra

Caluso: infiltrazioni d’acqua all’Istituto Ubertini. Dichiarate inagibili quattro aule. Acqua anche in palestra All’Istituto Ubertini di […]

leggi tutto...

23/05/2024 

Cronaca

Vauda Canavese: non si ferma all’alt dei carabinieri e fugge. 45enne arrestata dopo l’inseguimento

Vauda Canavese: non si ferma all’alt dei carabinieri e fugge. 45enne arrestata dopo l’inseguimento La serata […]

leggi tutto...

23/05/2024 

Cronaca

Rivara è capitale del gelato: il 31 maggio il via alla terza edizione del Festival più gustoso d’Italia

Rivara è capitale del gelato: il 31 maggio via alla terza edizione del Festival più gustoso […]

leggi tutto...

23/05/2024 

Cronaca

La Fortuna bacia ancora Rivarolo Canavese: gioca due euro e vince un milione. E’ caccia al vincitore

La Fortuna bacia Rivarolo Canavese: gioca due euro e vince un milione. E’ caccia al vincitore […]

leggi tutto...

23/05/2024 

Cronaca

Previsioni meteo: la perturbazione africana non dà scampo. Domani, 24 maggio, ancora pioggia

Queste le previsioni del tempo per domani, venerdì 24 maggio, elaborate dal centrometeoitaliano.it: AL NORD Al […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy