09/07/2020

Sanità

“Buco” di 25 milioni nel bilancio dell’Asl T04. I sindaci non approvano. Si teme per i tagli

CONDIVIDI

Una perdita di 25 milioni di euro e l’assemblea dei sindaci si astiene e non approva il bilancio dell’Asl T04. La parola adesso passerà alla Regione Piemonte che decidere quali provvedimenti assumere. E a questo punto, con la scadenza del mandato del direttore generale Lorenzo Ardissone, l’astensione dell’assemblea, convocata lo scorso lunedì, sembra assumere un significato ben delineato. D’altro canto, il general manager è stato molto chiaro: un piano di rientro per coprire il “buco” di bilancio vorrebbe dire tagliare servizi e personale. Sulla vicenda interviene anche il Nursind (il sindacato delle professioni infermieristiche).

Giuseppe Summa, segretario territoriale del sindacato lancia un messaggio chiaro: “Siamo preoccupati da nuovi tagli che inevitabilmente incombono sulla nostra Asl. La bocciatura del bilancio consuntivo da parte dell’assemblea dei sindaci che evidenzia un notevole disavanzo non ci fa ben sperare. Abbiamo già visto in passato quali siano le azioni da parte di chiunque governi o è posto a dirigere le aziende per rientrare e far quadrare i conti. Meno servizi e meno personale sono i tagli primari, tagli che non possiamo più permetterci”. Il funzionario sindacale rammenta che a suo tempo, all’Asl T04 erano stati destinati ben 10 milioni in meno dalla Regione Piemonte e destinati alla spesa per il personale sanitario.

“Non è accettabile che si tagli ancora – dichiara Giuseppe Summa -. È auspicabile che un eventuale cambio al vertice non si traduca poi a tagli indiscriminati che servirebbe solo a peggiorare l’offerta di cura ed assistenza al cittadino e la condizione di lavoro del personale che come si è potuto ben vedere già in questi mesi non è da considerarsi accettabile. Siamo rammaricati perché la pandemia avrebbe dovuto insegnare qualcosa di veramente importante alla politica, ma pare non sia così. La sanità non potrà mai essere in positivo – conclude l’esponente del Nursind -. Ancora una volta si rischia di tralasciare un diritto costituzionale per interessi di bilancio”.

18/01/2021 

Sanità

Covid in Piemonte, scende il numero dei nuovi casi. Oggi 435 contagi, 19 i decessi e 627 i guariti

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI Alle ore 16,39 di oggi, lunedì 18 gennaio, l’Unità di Crisi della […]

leggi tutto...

18/01/2021 

Cronaca

Educazione ambientale ed energie alternative. Ecco cosa si studia al liceo “Green” di Rivarolo

L’Istituto “Santissima Annunziata” di Rivarolo Canavese vara per l’anno scolastico 2021/2022 una nuova sperimentazione di didattica […]

leggi tutto...

18/01/2021 

Economia

“Stellantis” esordisce in Borsa a Milano e Parigi. E il titolo del nuovo colosso automobilistico “vola”

Il presidente John Elkann e il Ceo Carlos Tavares hanno suonato insieme la campanella che tradizionalmente […]

leggi tutto...

18/01/2021 

Cronaca

Covid: il Piemonte zona arancione fino al 31 gennaio. Ecco quello che è possibile fare

Un’ordinanza del ministro della Salute, Roberto Speranza, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale, dispone per il Piemonte la […]

leggi tutto...

18/01/2021 

Sanità

Covid, il 27% del personale sanitario che ha lavorato con i pazienti chiede aiuto psicologico

Il 27 per cento del personale sanitario che ha lavorato a diretto contatto con i pazienti […]

leggi tutto...

18/01/2021 

Cronaca

Previsioni meteo: temperature sotto zero per l’ondata di freddo proveniente dai Balcani

Queste le previsioni del tempo eleborate del centrometeoitaliano.it: Clima piuttosto freddo sul nostro paese nel corso […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy