Salassa, è guerra contro i colombi e il Comune decide per il mangime anticoncezionale

Salassa

/

10/01/2016

CONDIVIDI

L'esperimento compiuto con i dissuasori sonori non ha sortito l'effetto sperato

E’ guerra aperta a Salassa contro l’invasione dei piccioni. I dissuasori sonori che l’Amministrazione comunale aveva fatto installare si sono rivelati inefficaci e il problema non sembra di facile risoluzione: i piccioni continuano a proliferare e il guano sporca e corrode le facciate delle case e la carrozzeria delle auto.

Preso atto che gli esperimenti fin qui compiuti con i mezzi tradizionali non hanno debellato l’invasione dei pennuti, adesso si è deciso di passare alla somministrazione, tramite il mangime, della pillola antifecondazione. Per questa ragione l’Amministrazione ha deciso di mettere a bilancio 1.700 euro per frenare almeno la proliferazione incontrollata considerato che non si riesce con nessun mezzo tradizionale a convincerli ad abbandonare il centro storico del paese.

Un sistema questo, adottato da altre città, soprattutto quelle d’Arte, che ha registrato positivi successi.

Dov'è successo?

Leggi anche

25/02/2018

Rueglio: condannata a 8 mesi per aver provocato un incidente nel quale perse la vita la madre di 78 anni

Condannata a otto mesi di reclusione a causa di un frontale automobilistico nel corso del quale […]

leggi tutto...

25/02/2018

Ivrea: un bimbo di cinque mesi si trova in terapia intensiva a Roma per intossicazione da botulino

E’ ricoverato in gravi condizioni di salute in un ospedale di Roma un bimbo di 5 […]

leggi tutto...

25/02/2018

Cuorgnè: i ladri visitano la villa della defunta Nella Tha e fuggono con un dipinto da 100mila euro

I ladri sono entrati indisturbati nella bella e grande villa di via via Verdi a Cuoegnbè […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy