Rivarolo, le sponde dell’Orco costellate di rifiuti e discariche abusive

Rivarolo Canavese

/

31/07/2015

CONDIVIDI

L'ex amministratore comunale Nino De Gregorio ha effettuato un reportage che dimostra come non ci sia limite all'inciviltà

Non c’è limite all’inciviltà e al menefreghismo. Lo dimostrano le immagini fotografiche postate sul profilo di Facebook dall’ex amministratore comunale di Rivarolo Nino De Gregorio che ha deciso di compiere nei giorni scorsi una passeggiata sulle sponde dell’Orco per verificarne l’integrità.

E la sorpresa è stata ancora maggiore di quella che si aspettava: ovunque, a pochi passi dall’acqua è un continuo fiorire, come dimostra l’immagine fotografica di vere e proprie discariche abusive. Un vero e proprio immondezzaio a cielo aperto.

E’ il solito ritornello: fa caldo, s’improvvisa la merenda sulle rive del torrente e poi si lasciano i rifiuti del pasto abbandonati. Senza contare gli aficionados delle discariche abusivi che, favoriti dall’oscurità, nelle ore notturne, abbandonano ogni sorta di rifiuto ingombrante, scarti di lavorazioni edili, pneumatici, addirittura parti di carrozzeria.

Non c’è limite, si diceva all’inciviltà e a ben poco servono i sistemi di videosorveglianza: è questione di educazione, di rispetto per il prossimo. Intanto i costi di sgombero e pulizia ricadono sulla collettività, o meglio, sulle spalle di chi le tasse e le imposte le paga care e salate. E pensare che in primavera, decine di volontari avevano effettuato un rigoroso lavoro di pulizia delle sponde.

Tutto vanificato per colpa di persone che dovrebbero vivere davvero ai confini del mondo, in terre del tutto inospitali.

 

 

Dov'è successo?

Leggi anche

26/02/2020

Chivasso, misteriosa morìa di carpe nella roggia che scorre vicino alla discarica. Indagini in corso

Sono decine le carpe morte rinvenute oggi, mercoledì 26 febbraio, nella roggia Campagna di Chivasso, nei […]

leggi tutto...

26/02/2020

Caso “sospetto” di Coronavirus a Ciriè, il tampone sul paziente di 63 anni è negativo

Ultim’ora: il tampone effettuato sul paziente di 63 anni che nella serata di ieri si era […]

leggi tutto...

26/02/2020

Caso “sospetto” di coronavirus a Ciriè. Chiuso il pronto soccorso dell’ospedale cittadino

Caso sospetto di coronavirus all’ospedale di Ciriè dove è stato chiuso il pronto soccorso: un uomo […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy