Rivarolo Canavese: colpo di scena in Consiglio. Si dimette il presidente Domenico Rosboch

Rivarolo Canavese

/

27/06/2018

CONDIVIDI

Il primo vero "strappo" nella maggioranza di governo apre nuovi scenari in vista delle elezioni amministrative del 2019. Rosboch ha lamentato uno scarso coinvolgimento nelle decisioni. Il sindaco Rostagno: "La maggioranza è coesa. Sono disponibile al confronto"

Un certo malumore covava già da tempo, ma è soltanto nella seduta del consiglio comunale di Rivarolo Canavese, che ha avuto luogo nel tardo pomeriggio di mercoledì 27 giugno che si è concretizzato: nel corso della seduta il presidente del Consiglio Comunale Domenico Rosboch ha rassegnato, a sorpresa, le proprie dimissioni. Con questo atto è lecito pensare che la campagna elettorale in vista delle elezioni amministrative del 2019 sia ufficialmente iniziata. Una scelta sicuramente ponderata e difficile ma che è stata dettata, come ha affermato, ad attriti e incomprensioni con l’attuale esecutivo guidato dal sindaco Alberto Rostagno legate al fatto che sarebbe mancato il coinvolgimento nelle piccole e grandi decisioni. Domenico Rosboch torna al ruolo di consigliere comunale all’interno della maggioranza della quale fa parte.

Che il fuoco covasse sotto la cenere è cosa vecchia: con l’avvicinarsi della data delle elezioni comunali, la figura del vice sindaco Edo Gaetano è diventata, per alcuni, decisamente ingombrante, come lo è diventata, forse per altri motivi, quella dell’assessore leghista Claudio Leone, soprattutto dopo la netta affermazione del Carroccio in Canavese nelle le elezioni politiche e quelle amministrative. Gaetano già sindaco della città per due mandati nel passato, ha certamente le idee ben chiare su ciò che intende fare in futuro e più di un osservatore politico locale ha già preconizzato che abbia la pia intenzione di candidarsi alla carica di primo cittadino alla prossima tornata elettorale.

La Giunta rivarolese scricchiola? Le dimissioni di Domenico Rosboch da presidente del Consiglio comunale sono sintomo di un malessere interno che rischia di compromettere il delicato equilibrio della maggioranza di governo? Il sindaco Rostagno nega: la coalizione che sostiene l’esecutivo è salda spiega, e parlare di crisi interna è strumentale. “Mi dispiace che si sia dimesso, lo ringrazio per il lavoro fatto in questi anni. Sono a disposizione per chiarire con lui ogni perplessità o dubbio e per continuare a lavorare nell’interesse della città” commenta laconicamente il primo cittadino a margine del consiglio comunale.

I prossimi mesi saranno decisivi per ridisegnare la geografia politica della città: un eventuale ritorno in campo dell’ex sindaco Fabrizio Bertot, aprirebbe scenari che potrebbero tracciare un solco di una certa rilevanza nel centrosinistra rivarolese. Il sindaco Alberto Rostagno non i è ancora sbilanciato in merito a una sua eventuale ricandidatura.

Le dimissioni di Domenico Rosboch rivestono un’importante valenza: l’ex presidente del Consiglio comunale ha incassato la solidarietà e i ringraziamenti dell’opposizione e alcune critica da qualche collega di maggioranza. Da oggi, mercoledì 27 giugno, i giochi sono ufficialmente aperti per le amministrative del 2019.

Dov'è successo?

Leggi anche

Leinì

/

17/02/2019

Leinì: “Il suono notturno delle campane è fastidioso”. E il parroco “silenzia” il campanile

I rintocchi delle campane disturbano nelle ore notturne e il parrocco è stato costretto a silenziarle. […]

leggi tutto...

Ivrea

/

17/02/2019

Dramma a Ivrea durante il Carnevale: donna 32enne si getta nelle acque della Dora. E’ gravissima

E’ stata ricoverata all’ospedale di Ivrea in gravissime condizioni di salute la donna 32enne, residente in […]

leggi tutto...

baldissero

/

17/02/2019

Sport: nasce nel comune cuneese di Baldissero, il primo museo della racchetta da tennis

Una collezione che farebbe la felicità di qualsiasi appassionato giocatore di tennis: è quella realizzata da […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy