Pont, la Sandretto invia le lettere di licenziamento e precipita nel baratro

Pont Canavese

/

25/10/2016

CONDIVIDI

Inizia un dramma sociale che penalizza ulteriormente un territorio già martoriato dalla crisi. In 121 senza un futuro

E’ un epilogo ampiamente annunciato: domattina, mercoledì 26 ottobre, la Sandretto con ogni probabilità spedirà le lettere di licenziamento ai 21 dipendenti. Anche l’ultimo tavolo di confront convocato dall’assessore al Lavoro della regione Piemonte Gianna Pentenero si è concluso, com’era del resto prevedibile con un nulla di fatto. La Fiom-Cgil, unica sigla sindacale presente nello stabilimento di Pont Canavese, ha già annunciato che impugnerà in sede giudiziaria il licenziamento collettivo e ha chiesto, nel contempo, la proroga di 75 giorni, prevista dalla legge, per la messa in mobilità dei lavoratori.

Va ricordato, tra l’altro, che I giudici che stanno valutando gli estremi della richiesta di concordato preventivo avanzata dalla Photonike, la società proprietaria del marchio aziendale, non si sono ancora pronunciati. Martedì 25 ottobre, in Regione la Fiom-Cgil non ha ritenuto di firmare la richiesta di concordato che non era accompagnata da un piano di rilancio dell’azienda.

Quella che riguarda lo storico stabilimento pontese della Sandretto, specializzato nella produzione di presse, è una vicenda piena di ombre che non sono mai state chiarite da parte dell’azienda: una vicenda caratterizzata da contraddizioni, volute o meno, che comunque creano una dramma sociale di notevole impatto, in una parte di territorio canavesano, già fortemente penalizzato dalla chiusura di importanti aziende e da ristrutturazioni interne che hanno richiesto un massiccio ricorso alla cassa inegrazione e alla mobilità.

E, intanto, il numero dei disoccupati continua ad aumentare senza che nessuno possa, in qualche modo, porre un freno a una crisi economica devastante che ancora galoppa.

Dov'è successo?

Leggi anche

22/01/2020

Caselle: Leonardo Divisione Velivoli assume 40 operai. La Fim: “Segnale importante per il lavoro”

Millecento uscite volontarie alle quali fanno da contraltare altrettante assunzioni di personale negli stabilimenti di tutta […]

leggi tutto...

22/01/2020

Venaria: va a prelevare al bancomat, lascia l’auto con il motore acceso e un ladro gliela ruba sotto il naso

Venaria: va a prelevare al bancomat, lascia l’auto con il motore acceso e un ladro gliela […]

leggi tutto...

22/01/2020

Lotta al pellet non a norma: istituita una task force fra Regione, Arpa e carabinieri del Nucleo forestale

Una task force con 10 squadre in campo per passare al setaccio i materiali combustibili in […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy