Leinì-San Francesco al Campo: in casa avevano armi clandestine. In manette due contadini

Leinì

/

26/09/2017

CONDIVIDI

I due uomini, entrambi incensurati, sono finiti agi arresti domiciliari. S'indaga per risalire alle provenienza dei fucili

Due agricoltori sono stati arrestati dai carabinieri della stazione di Leinì perchè sono stati trovati in possesso di alcune armi di provenienza clandestina. In manette sono finiti P.R. 45 anni, residente a Leinì e B.N. di 43 anni di San Francesco al Campo. Entrambi gli arrestati sono incensurati. Il primo contadino, P.R. era stato arrestato lo scorso venerdì: nel corso di un’accurata perquisizione domiciliare i carabinieri abvano rinvenuto una fucile calibro 22 con silenziatore in carbonio, un caricatore inserito nell’arma conteneente nove proiettili, quattro cartucce calibro 12 a palla e un proiettile 7.65.

Fucile e munizioni sono state sequestrate. Gli uomini dell’Arma hanno anche ritirato cautelativamente cinque fucili da caccia regolarmente denunciati. Il giorno seguente, sabato 23 settembre i carabinieri si sono presentati nell’abitazione dell’altro agricoltore arrestato: qui sono stati rinvenuti un fucile calibro 22 con la matricola abrasa, canna recisa e filettata, un silenziatore in carbonio, mirino a lungo raggio, visore notturno e relativa ottica.

Il Gip del tribunale di Ivrea ha concesso ad entrambi gli uomini gli arresti domiciliari. I militari stanno indagando per risalire alla provenienza delle armi sequestrate.

Dov'è successo?

Leggi anche

Castellamonte

/

24/11/2017

Castellamonte, in biblioteca il laboratorio creativo per trasformare in doni gli oggetti riciclati

E’ dedicato alle imminenti feste natalizie il laboratorio creativo dal titolo “Aspettando il Natale…” per bambini […]

leggi tutto...

Rivarolo Canavese

/

24/11/2017

Liceo linguistico al “Moro” di Rivarolo: è finalmente arrivato l’assenso della Città Metropolitana

L’Istituto di Istruzione Superiore “Aldo Moro” di Rivarolo Canavese potrà contare dal prossimo anno scolastico, su […]

leggi tutto...

Caselle

/

24/11/2017

La procura ha incaricato il casellese Mauro Esposito di far luce sulla tragedia di piazza San Carlo

Sarà l’architetto casellese Mauro Esposito, l’imprenditore casellese  testimone di giustizia che ha svelato la presenza della […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy