Leinì, baby gang devasta la “Cittadella dello Sport”

Leinì

/

04/08/2015

CONDIVIDI

La banda era costituita da una decina di minorenni, alcuni dei quali poco più che bambini. Denunciati dai carabinieri

Tutti minorenni, anzi adolescenti, alcuni poco più che bambini: sono i vandali che la scorsa domenica hanno devastato l’interno della Cittadella dello Sport di Leinì danneggiando la recinzione metallica , alcune porte interne, lampade, estintori e hanno distrutto un televisore. Un raid vandalico in piena regola al quale hanno partecipato tre studenti minorenni (denunciati per danneggiamento aggravato e invasione di terreni ed edifici) e alcuni ragazzini nella fascia d’età compresa tra i 10 e i 14 anni.

Il motivo? In preda alla noia avevano deciso di trascorrere una domenica movimentata diversa dal solito. Adesso dovranno ripulire la “Cittadella dello Sport” e i genitori dovranno mettere mano al portafoglio e pagare i danni causati dai figli scapestrati. Non è la prima volta che a Leinì i teppistelli la fanno da padrone.

Nel mese di luglio dello scorso anno un’altra gang di ragazzini aveva completamente distrutto le giostre per bambini al parco pubblico San Valentino. In quell’occasione tre minorenni erano stati identificati e denunciati.

E tra questi, pare, anche uno degli autori dell’atto vandalico alla “Cittadella dello Sport” leinicese.

Dov'è successo?

Leggi anche

25/09/2018

“Strada Gran Paradiso”: la visita al castello di Valperga conclude le escursioni di fine estate

Ultimo fine settimana di settembre e ultima escursione di fine estate-inizio autunno per Strada Gran Paradiso. […]

leggi tutto...

Volpiano

/

25/09/2018

Volpiano: alla scuola di musica della Filarmonica il nome del presidente dell’Anbima Piero Cerutti

Volpiano ha ricordato Piero Cerutti, il presidente provinciale dell’Anbima, l’associazione nazionale che rappresenta le bande musicali […]

leggi tutto...

San Giusto Canavese

/

25/09/2018

San Giusto, l’appello di “Libera” sulla villa confiscata ad Assisi: “Sia restituita alla collettività”

Ancora un Appello di Libera Piemonte riguardante la villa che era di proprietà del narcotrafficante latitante […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy