Ivrea/Pavone: ritornano gl’incendi boschivi e torna la paura. Pompieri e volontari Aib al lavoro

20/01/2018

CONDIVIDI

Interessata dalle fiamme una vasta area compresa tra Pavone e Ivrea. Il fronte dell'incendio si avvicina al quartiere Bellavista

Riprendono gl’incendi boschivi e in Canavese torna la paura: ad andare fuoco è stata una vasta zona compresa tra i comuni di Ivrea e Pavone Canavese. Al momento il fronte dell’incendio è ancora lontano dai centri abitati, grazie anche all’impegno delle tante squadre di vigili del fuoco e dei volontari dell’Anticendi Boschivi che da ore sono impegnati nel contenere l’avanzata dell’incendio e nello spegnimento del rogo.

Le fiamme e il denso fumo prodotto dalla combustione è ben visibile anche dalla strada Pedemontana. Il fronte dell’incendio che ha interessato una delle alture che sorgono nei presi dell’abitato eporediese si è allargato in direzione del quartiere Bellavista di Ivrea. I carabinieri hanno bloccato due strade private. Al momento il popoloso quartiere Bellavista non corre pericoli. Sulle origini dell’incendio stanno indagando i carabinieri della Compagnia di Ivrea.

E non è tutto: nel pomeriggio di oggi, sabato 20 gennaio un incendio ha interessato la boscaglia nei pressi di Rivarossa e San Francesco al Campo. I vigili del fuoco hanno lavorato a lungo per correre le fiamme alimentate dal forte vento che in questi giorni spira sull’intero Canavese.

(Immagine di repertorio).

Dov'è successo?

Leggi anche

22/02/2018

Caselle, torna il parcheggio a pagamento. Adesso si potranno usare bancomat e carta di credito

A Caselle, dopo mesi di parcheggio libero e a volte caotico, tornano le strisce blu: dal […]

leggi tutto...

22/02/2018

Salerano: Ottino si dimette da sindaco, il prefetto scioglie il consiglio e commissaria il comune

Lascia l’Italia per raggiungere la famiglia in Portogallo e Salerano, comune di poco più di 500 […]

leggi tutto...

22/02/2018

Borgaro: i vandali danneggiano il monumento del Grande Torino. Ed è polemica

Non c’è limite all’imbecillità e non c’è limite alla mancanza di rispetto per la memoria dei […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy