Ivrea, aggredisce l’amico con una bottiglia di birra e con i cocci lo ferisce gravemente

Ivrea

/

04/12/2015

CONDIVIDI

L'uomo, 45 anni, residente in città, ha anche opposto resistenza all'arresto. Dovrà rispondere di lesioni gravi e resistenza a pubblico ufficiale

E’ finito in manette per aver ferito con i cocci di una bottiglia l’uomo con il quale stava bevendo una birra. E’ successo nel pomeriggio di ieri al Movicentro di Ivrea: un uomo di 45 anni ha aggredito il compagno colpendolo alla testa con la bottiglia di vetro che è andata i frantumi. Poi, con i cocci, lo ha ferito in varie parti del corpo. La vittima dell’aggressione è un uomo di origine tunisina di 37 anni. G.M. residente a Ivrea, avrebbe colpito l’uomo per “futili motivi”.

L’aggressione poteva sfociare in vera tragedia se non fosse stato per l’intervento di due agenti di polizia che stavano pattugliano in borghese proprio quell’aera. Ancora non si sa che cosa abbia originato la vicenda: sta di fatto che G.M, prima ha spaccato la bottiglia in testa al tunisino e poi lo ha colpito per ben tre volte con i cocci, ferendolo in altrettante parti del corpo. L’aggredito è uscito dal locale ed è fuggito in strada chiedendo aiuto ai passanti. I due agenti in borghese sono immediatamente intervenuti e hanno disarmato l’aggressore che è stato condotto in commissariato a Ivrea.

Sul luogo dell’aggressione è intervenuto anche il personale del 118 che ha trasportato il ferito al pronto soccorso dell’ospedale di Ivrea: gli accertamenti clinici hanno appurato che le ferite riportate non hanno toccato organi vitali. Giunto in commissariato G.M. ha anche opposto resistenza agli agenti di polizia per cui, oltre all’accusa di lesioni gravi dovrà anche rispondere del reato di resistenza a pubblico ufficiale. A interrogarlo è stato il vicequestore Gianluigi Brocca, ma l’arrestato non ha voluto spiegare per quale motivo ha aggredito il tunisino.

Dov'è successo?

Leggi anche

17/01/2018

Volpiano: tornano in piazza del Municipio le arance della salute” per combattere il cancro

Si rinnova anche quest’anno il tradizionale appuntamento nelle piazze con i volontari dell’Airc, l’associazione che finanzia […]

leggi tutto...

17/01/2018

San Maurizio: automobilisti troppo veloci. Velox nelle strade per la sicurezza dei pedoni

Gli automobilisti in disciplinati (e non sono pochi) scambiano le strade per il circuito di Formula […]

leggi tutto...

17/01/2018

Il commosso addio di Rivarolo al dottor Giovanni Provenzano, ex assessore della giunta Gaetano

E’ scomparso nella giornata di oggi, mercoledì 17 gennaio, dopo una lunga lotta con la malattia […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy