Insulti razzisti nei confronti di un giocatore 16enne di colore. Scoppia il “Caso Castellamonte”

Castellamonte

/

22/03/2017

CONDIVIDI

Ancora un altro dubbio episodio dopo quello che ha riguardato una settimana prima due squadre torinesi. L'arbitro si trovava distante e non ha udito i presunti insulti. Deciderà il giudice sportivo

Ancora un caso di presunto razzismo sui campi di calcio canavesani: questa volta a subire gli insulti sarebbe stato, lo scorso sabato, un giocatore di colore che milita nel campionato allevi in fascia B. Non si è ancora spento l’eco mediatico della presunta rissa che ha caratterizzato la scorsa settimana l’incontro di calcio tra l’Atletico Villaretto e la Mappanese nella quale è rimasto ferito il capitano della squadra reo di aver difeso un giocatore di colore, che scoppia il “caso Castellamonte”.

Sull’ingarbugliata vicenda torinese il giudice sportivo, dopo le audizioni di rito, ha sentenziato che nessun insulto è stato lanciato all’indirizzo del giocatore (peraltro l’unico espulso dal campo).

Questa volta alla ribalta della cronaca è salito il settore giovanile: in campo stavano giocando due squadre composte da ragazzi sedicenni. Il giocatore di colore, proveniente dal Burkina Faso che fa parte della squadra ospite, sarebbe stato pesantemente insultato da un giocatore della squadra di casa e, dopo esser stato ammonito dall’arbitro per un fallo di reazione, ha lasciato il campo in lacrime lanciando la maglietta che indossava per terra.

Nello spogliatoio ha raccontato ai compagni, all’allenatore e ai dirigenti della società quanto era accaduto. Dal canto suo, l’arbitro si sarebbe trovato anche in questo distante e non avrebbe udito gli insulti.

Pare che il ragazzo sedicenne che avrebbe insultato abbia porto le sue scuse al collega che poco prima aveva insultato. Il giudice sportivo esaminerà il verbale stilato dal direttore di gara. Se non saranno menzionati gli insulti, il caso con ogni probabilità sarà archiviato. Per la cronaca la squadra di casa ha perso la partita dopo aver incassato tre reti.

Dov'è successo?

Leggi anche

06/06/2020

Uccide a 14 anni un riccio a calci: gli animalisti appendono uno striscione di insulti e minacce

È accusato di aver ucciso un riccio a calci un adolescente di 14 anni residente in […]

leggi tutto...

06/06/2020

Piemonte, sì della Regione alla formazione professionale, agli impianti di risalita e ai Luna Park

Il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio ha firmato l’ordinanza che dispone dal 6 giugno la […]

leggi tutto...

06/06/2020

Lombardore, espugnato il fortino della droga difeso da telecamere. I carabinieri arrestano operaio-pusher

Una fitta rete di telecamere. Così l’operaio-pusher di 27 anni di Lombardore difendeva il suo fortino […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy