Il Comune acquista un capannone con tetto in eternit vicino alla scuola. E scoppia la polemica

Pertusio

/

21/11/2015

CONDIVIDI

Il sindaco Cresto assicura che la copertura non è pericolosa. L'acquisizione della struttura costerà 80mila euro

Il Comune di Pertusio ha intenzione di acquistare per ottantamila euro un capannone con il tetto in eternit e, immediata, scoppia virulenta la polemica da parte di numerosi cittadini che sono preoccupati dalla presenza del pericoloso eternit, principale causa, ormai assodata, dell’asbestosi e del mesotelioma pleurico. Il capannone “incriminato” è situato proprio nel retro dell’edificio scolastico ed è da tempo inutilizzato.

Il sindaco Antonio Cresto difende a spada tratta la scelta compiuta dall’Amministrazione perché la struttura – spiega – oggetto delle polemiche e delle preoccupazioni dei cittadini si trova al centro del paese e potrebbe essere utilizzati in svariati modi. A giudizio del primo cittadino l’interesse pubblico è evidente ma qualcuno, sottolinea, sta tentando di mettere i bastoni tra le ruote all’Amministrazione. Per quanto invece concerne l’eternit la preoccupazione è fuori luogo perché sarà il Comune a farsi carico della completa bonifica. La procedura d’acquisto è in corso e non appena il perito del demanio fornirà il suo assenso, l’iter d’acquisto potrà procedere. Per quanto invece riguarda la pericolosità dovuta alla presenza dell’amianto il sindaco sottolinea che non vi è alcun pericolo perché, altrimenti in caso contrario la copertura sarebbe stata rimossa. Ma quale sarà la destinazione finale del capannone? L’idea del Comune è quella di trasformarlo in un mercato coperto. Uno spazio convenientemente attrezzato che potrà anche essere usato dagli studenti della scuola e dai ragazzi che frequentano l’oratorio come uno spazio creativo.

L’opinione del sindaco Cresto è che le polemiche innescate è un escamotage per dare l’avvio, seppure in anticipo alla campagna elettorale anticipata. L’operazione comunque, si farà.

Dov'è successo?

Leggi anche

Caselle

/

21/09/2018

Caselle, il raccordo non è considerato autostrada. Lo Stato non paga l’indennità agli agenti di polizia

Un’altra brutta storia all’italiana, l’ennesima: il raccordo R10 Torino-Caselle non è considerato un’autostrada e quindi gli […]

leggi tutto...

Cuorgnè

/

21/09/2018

Canavese: anche nei cinema di Cuorgnè, Ivrea e Chivasso il festival del cinema “Movie Tellers”

Parte “Movie Tellers-Narrazioni cinematografiche”, il festival itinerante del cinema promosso dall’omonima associazione che toccherà 26 cittadine […]

leggi tutto...

Torino

/

21/09/2018

Buoni pasto: la Regione Piemonte al tavolo convocato a Roma sul fallimento di “Qui! Group”

L’assessorato al Lavoro della Regione Piemonte ha partecipato ieri al tavolo convocato al ministero dello sviluppo […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy