Emergenza idrica, in Canavese stop al consumo inutile di acqua

Canavese

/

08/07/2015

CONDIVIDI

La Smat invita i Comuni a fare in modo che i cittadini evitino sprechi, visto il perdurare dell'ondata di caldo torrido

Il caldo africano che in questi giorni ha colpito il Nord Italia, inizia a creare i primi, preoccupanti problemi per quanto riguarda l’approvigionamento idrico dei Comuni.

Il problema riguarda anche il Canavese, tanto che la Smat, la società che gestisce gli acquedotti del territorio ha chiesto ai Comuni di sensibilizzare gli utenti sull’importanza di limitare l’uso dell’acqua potabile per evitare future emergenze.

Il perdurare dell’ondata di calore oltre le medie stagionali potrebbe costringere la società a fare ricorso alle riserve. Castellamonte è uno dei primi comuni ai quali è pervenuta la comunicazione della Smat e il sindaco Paolo Mascheroni ha già firmato un’ordinanza allo scopo di limitare al massimo il consumo di acqua ai soli fini domestici.

Saranno gli agenti della polizia municipale a controllare che l’ordinanza sia rispettata. Niente irrigazioni dei campi, dunque, né riempimento di piscine e neanche lavaggi di auto.

Dov'è successo?

Leggi anche

15/10/2019

Favria: domenica 20 ottobre appuntamento in piazza con una grandiosa castagnata

Domenica 20 ottobre avrà luogo a Favria una castagnata che non è solo il classico appuntamento […]

leggi tutto...

15/10/2019

Giovane coppia di Viù percorre undicimila chilometri a piedi attraverso tutta l’Europa

Hanno attraversato l’Europa percorrendo in un anno 11 mila chilometri a piedi. Anna Rastello e Riccardo […]

leggi tutto...

15/10/2019

Ivrea: rissa in campo tra i giocatori. E l’arbitro sospende la partita di calcio giovanile

Sarà il giudice sportivo a decidere le sorti della partita di calcio e dei tesserati dell’Ivrea […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy