Cuorgnè: in risalita la percentuale della raccolta differenziata. Soddisfatta l’Amministrazione comunale

Cuorgnè

/

19/02/2016

CONDIVIDI

Il sindaco Beppe Pezzetto: "Siamo risaliti di oltre il 5 per cento rispetto a dicembre. E' un buon segnale"

Torna a crescere a Cuorgnè il tasso della raccolta differenziata, dopo alcuni mesi di stallo. Lo annuncia il sindaco della città Beppe Pezzetto sulla scorta dei dati pubblicati, raccolti con certosina cura dal vicesindaco Sergio Colombatto. Dati che sono puntualmente pubblicati sul sito www.comune.cuorgne.to.it

Il primo cittadino Beppe Pezzetto annuncia la sua soddisfazione sul social network per il ritorno a una rinnovata sensibilità nei confronti della “differenziata”: “Voglio ringraziare i cittadini che hanno raccolto il mio invito a differenziare. Rispetto al mese precedente siamo migliorati di oltre cinque punti in percentuale passando dal 55,24 di dicembre al 60,73 di gennaio – commenta il sindaco -. Oltre a una attenzione all’ambiente e alle future generazioni, aumentare il livello di differenziata e quindi diminuire il conferimento in discarica è l’unica leva a nostra disposizione per ridurre i costi del servizio. Possiamo e dobbiamo migliorare, grazie per l’impegno”. 

I risultati della capillare campagna di sensibilizzazione avviata dall’Amministrazione comunale iniziano a fare presa. Bisognerà ancora compiere un po’ di cammino in salita per giungere alla soglia prefissata, ma i risultati iniziano ad essere incoraggianti.

Dov'è successo?

Leggi anche

Caselle

/

19/10/2018

Caselle: la Finanza sequestra un milione e mezzo di euro grazie al fiuto del cane “Escos”

Ammonta ad oltre un milione e mezzo di euro la valuta contante non dichiarata intercettata dalla […]

leggi tutto...

Leinì

/

18/10/2018

Leinì: avevano una villa abusiva e rubavano energia elettrica. I carabinieri denunciano due nomadi

Era tutto abusivo: la villa, una baracca e un prefabbricato che serviva da servizio igienico. A […]

leggi tutto...

Ivrea

/

18/10/2018

Morti Olivetti: tutti assolti perchè il fatto non sussiste. La Corte d’Appello: non ci sono prove per condannare

Non ci sono prove sufficienti per provare la responsabilità dei vertici Olivetti dei dirigenti dell’azienda in […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy