Cuorgnè, condannati i quattro membri della “banda degli albanesi” che aveva svaligiato due villette

Cuorgnè

/

02/12/2015

CONDIVIDI

Gli imputati sono stati processati per direttissima e hanno patteggiato la pena di due anni e 3 mesi di reclusione

Avevano compiuto due furti in due villette di Cuorgnè. La “banda degli albanesi” era particolarmente attiva fino a quando, alla fine dello scorso mese di settembre, i carabinieri del Comando provinciale dell’Arma non hanno messo fine alla loro attività criminale facendo scattare le manette ai polsi di quattro uomini.

I membri della gang sono stati processati per direttissima in tribunale a Ivrea davanti al giudice Elena Stoppini. Dalip Lazri, 34 anni, Denis Tanuschi di 29 anni, Urim Murra 21 anni e Martin Troca di 24, accusati di furto aggravato e ricettazione, hanno patteggiato la pena di 2 anni e 3 mesi. I membri della banda erano stati arrestati nella notte del 29 settembre a Torino. I quattro avevano compiuto da poco il doppio furto in due ville cuorgnatesi in via Emilio Alessandrini, trafugando gioielli, telefoni cellulari e orologi di marca. Un bottino che ammontava a circa diecimila euro.

Tra l’altro, per effettuare i “colpi” i quattro uomini avevano rubato anche un’automobile Bmw a La Loggia. Gli albanesi era dei veri professionisti: sono entrati nelle case mentre i proprietari erano in casa e hanno agito indisturbati senza che nessuno dei proprietari si accorgesse di nulla. La “gang” è stata scoperta per un’ingenuità: sotto l’abitazione di uno dei membri della banda i carabinieri hanno ritrovato un fuoristrada rubato il 25 settembre a Mondovì che apparteneva a un ex amministratore comunale.

Grazie a quella segnalazione i carabinieri sono riusciti ad assicurare alla giustizia tutti i membri della piccola ma temibile banda di ladri.

Dov'è successo?

Leggi anche

17/01/2018

Volpiano: tornano in piazza del Municipio le arance della salute” per combattere il cancro

Si rinnova anche quest’anno il tradizionale appuntamento nelle piazze con i volontari dell’Airc, l’associazione che finanzia […]

leggi tutto...

17/01/2018

San Maurizio: automobilisti troppo veloci. Velox nelle strade per la sicurezza dei pedoni

Gli automobilisti in disciplinati (e non sono pochi) scambiano le strade per il circuito di Formula […]

leggi tutto...

17/01/2018

Il commosso addio di Rivarolo al dottor Giovanni Provenzano, ex assessore della giunta Gaetano

E’ scomparso nella giornata di oggi, mercoledì 17 gennaio, dopo una lunga lotta con la malattia […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy