Ciriè: giro di vite sul commercio abusivo. I Finanzieri multano i gestori di due paninoteche

Ciriè

/

11/02/2019

CONDIVIDI

Un cittadino marocchino di 22 anni era sprovvisto della licenza per la somministrazione di alimenti mentre un collega egiziano faceva lavorare in "nero" un connazionale

Multato perchè sprovvisto da regolare licenza per gestire la paninoteca ambulante: a finire nei guai, venerdì 8 febbraio, nei pressi dell’Ospedale di Ciriè, è stato un venditore abusivo di origine marocchina di 22 anni. Gli agenti della Guardia di Finanza di Lanzo gli hanno contestato la violazione amministrativa prevista per il commercio abusivo, che prevede una sanzione di 5.164 euro.

Il giorno precedente, giovedì 7 febbraio, i Finanzieri di Lanzo, comandate dal Luogotenente Michele Veneziano, avevano invece concluso il controllo in materia di lavoro irregolare avviato nel settembre scorso nei confronti di una paninoteca ambulante attiva a Ciriè. In quell’occasione i militari avevano accertato che il titolare della paninoteca, di origine egiziana, aveva impiegato in attività lavorativa un connazionale, addetto alla preparazione degli alimenti ed alla loro somministrazione alla clientela, senza nessuna copertura previdenziale, assicurativa e sanitaria. Non solo: il lavoratore era anche risultato destinatario di un provvedimento di espulsione dal territorio italiano al quale non aveva ottemperato.

Dopo l’intervento dei Finanzieri il Questore di Torino aveva emesso un nuovo ordine di espulsione per il clandestino mentre il datore di lavoro era stata deferito alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ivrea.

Ad di là dell’aspetto penale della vicenda, al titolare della paninoteca è stata comminata la cosiddetta “”maxisanzione” per lavoro nero, che in questo caso prevede il pagamento di una somma da 1.500 a 9 mila euro, maggiorata del 20% per la condizione di irregolarità del lavoratore extracomunitario.

Leggi anche

19/09/2019

L’assessore regionale Chiara Caucino: “Per il welfare abitativo prima i piemontesi”. Ed è polemica

Per il welfare abitativo prima i piemontesi. Ed è subito polemica poltica. L’Assessore Chiara Caucino alle […]

leggi tutto...

19/09/2019

Oglianico a…piede libero con l’arrivo dei “Gruppi di cammino” creati in collaborazione con l’Asl

Anche Oglianico si aggiunge a quelle comunità virtuose che si sono dotate di un gruppo di […]

leggi tutto...

19/09/2019

Il sindaco di Volpiano all’ex provincia: “Modificare le priorità per la sicurezza di corso Europa”

Il sindaco di Volpiano Emanuele De Zuanne, portavoce della zona omogenea Torino Nord, è intervenuto mercoledì […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy