Chivasso: via la plastica e la melamina dalle mense scolastiche. Arrivano le stoviglie in vetro Arcopal

26/10/2019

CONDIVIDI

In un anno si consumeranno 8 tonnellate di plastica in meno. D'ora in poi le pietanze veranno servite nei piatti di vetro infrangibile. Una soluzione che dovrebbe porre fine alle polemiche relative all'uso di stoviglie di melamina

L’amministrazione comunale guidata dal sindaco Claudio Castello ha deciso di abbandonare l’introduzione dei piatti in melamina nelle mense scolastiche. Nonostante il via libera ottenuto da parte della Regione Piemonte ed il parere favorevole dell’Asl To4 che hanno dichiarato il materiale non pericoloso per la salute dei bambini, il primo cittadino ha accolto le richieste fatte da un gruppo di genitori durante la seduta della Commissione mensa dello scorso 19 settembre 2019. Alcuni di loro avevano manifestato i propri timori riguardo alle sostanze nocive che avrebbero potuto sprigionarsi a contatto con i cibi caldi e avevano chiesto all’amministrazione di sostituire la melamina con stoviglie di altro materiale. Da qui la decisione di introdurre i piatti in arcopal, un vetro resistente, infrangibile e riciclabile.

“La salute dei nostri bambini e ragazzi è la nostra più grande priorità – dichiara il sindaco Claudio Castello -. Se avessimo avuto anche solo un minimo dubbio riguardo alla pericolosità della melamina di certo non l’avremmo scelta. Per toglierci ogni scrupolo, però, abbiamo chiesto un parere alla Regione Piemonte, che ci ha rassicurato sostenendo che, se usate correttamente, le stoviglie in melamina sono assolutamente sicure. Tuttavia, con tutte le informazioni fuorvianti che circolano in rete, comprendiamo le preoccupazioni dei genitori. Siamo andati incontro alle loro richieste, abbandonando l’idea dei piatti in melamina e provando a cercare un’alternativa, che abbiamo trovato. Tutte le mense saranno dotate di piatti in arcopal, un vetro infrangibile, resistente alle alte temperature ed alle contaminazioni esterne e che ci consentirà di raggiungere il vero obiettivo e cioè di ridurre la quantità di rifiuti in plastica prodotti dal nostro Comune”.

La riduzione dei rifiuti è infatti l’obiettivo che ha spinto l’amministrazione comunale ad eliminare i piatti monouso in plastica dai refettori.

“Anche questa soluzione – aggiunge l’assessore all’Istruzione Tiziana Siragusa – ci consente di ridurre drasticamente la quantità di plastica utilizzata e parliamo di otto tonnellate all’anno. I piatti in Arcopal, sono un po’ più pesanti, ma questo non costituisce un problema perché i bambini del nido e della materna vengono serviti al tavolo mentre i ragazzini delle elementari e delle medie avranno a disposizione un vassoio che consentirà loro di spostarsi agevolmente”.

La proposta ha già ricevuto il parere favorevole del Responsabile del Sian, la Struttura complessa dell’Asl T04 che si occupa di Igiene, Alimenti e Nutrizione e verrà illustrata anche ai genitori durante la Commissione Mensa convocata per martedì 5 novembre alle 17.30.

Leggi anche

12/08/2020

Coronavirus: ecco la generosità dei cittadini canavesani. Donati all’Asl T04 ben 740mila euro

“Una certezza, che ha gratificato e sostenuto la Direzione Generale e tutti gli Operatori dell’Asl T04 […]

leggi tutto...

12/08/2020

Coronavirus in Piemonte: oggi, mercoledì 12 agosto sono 2 i morti, 36 i pazienti guariti e 42 i nuovi contagi

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che i pazienti virologicamente guariti, cioè risultati negativi […]

leggi tutto...

12/08/2020

Tragedia in Val d’Aosta: escursionista 81enne di Montalto Dora muore durante un’escursione

Tragedia in Val d’Aosta: escursionista 81enne di Montalto Dora muore durante un’escursione. Ha perso la vita […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy