Chivasso: nell’auto con targa francese nascondeva mezzo milione di euro. Denunciato un 43enne

Chivasso

/

11/10/2018

CONDIVIDI

A tradire il "trasportatore" torinese è stato il nervosismo. Gli agenti di polizia lo hanno accusato di riciclaggio

Aveva accuratamente sistemato oltre 420 mila euro in contanti in vari tagli in un vano abilmente ricavato al di sotto dell’Audi Q3 con targa francese e apribile attraverso un telecomando. Sono stati gli agenti della squadra mobile di Torino a scoprire l’ingegnoso trucco usato da un uomo di 43 anni residente a Torino. E’ accaduto nei giorni scorsi alla barriera autostradale di Rondissone dell’A4 Torino-Milano a pochi chilometri da Chivasso.

A tradire il “trasportatore” di denaro è stato il nervosismo: nel corso di una perquisizione i poliziotti si sono resi conto che l’uomo, che viaggiava con un conoscente, era stranamentre agitato. Quando hanno notato qualcosa di strano aol di sotto dell’automobile gli agenti hanno chiamato i collegi della squadra mobile.

Dopo un controllo decisamente più accurato gli agenti hanno scoperto l’intercapedine stipata di denaro suddiviso in tagli da 5,00, 10,00, 20,00, 50,00 e 100,00 euro. In tutto 429 mila 900 euro. L’auto e il denaro sono stati sequestrati mentre il 43enne è stato denunciato per riciclaggio. Il passeggero è stato invece ritenuto estraneo ai fatti.

Leggi anche

Canavese

/

23/02/2019

Metà delle coppie che si sposano sceglie il rito civile anzichè quello religioso. Anche in Canavese

Diminuiscono i matrimoni religiois a fronte di un’impennata di quelli celebrari con il rito civile: una […]

leggi tutto...

Ivrea

/

23/02/2019

Ivrea: maltrattava il figlio e la compagna. 34enne condannato a 3 anni e due mesi di reclusione

Ancora violenza sulle donne e sui bambini: per questa ragione un uomo di 34 anni, torinese, […]

leggi tutto...

Chiaverano

/

23/02/2019

Chiaverano: gran successo per l’originale “Battaglia dei tomini” del Carnevale di frazione Bienca

E’ sicuramente uno dei carnevali più originali sia nella forma che nella sostanza: qui non ci […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy