Chivasso: nel libro “Rosa Marina” l’ex poliziotto Di Marco racconta l’Italia degli anni ’60-’70

29/04/2018

CONDIVIDI

L'ispettore Salvo Salina è in qualche modo l'alter ego di Salvatore Di Marco che dà vita a un romanzo appassionante: un viaggio a ritroso nel tempo, erotico e intriso anche di una profonda nostalgia che fa emergere i ricordi relativi all'infanzia trascorsa in Sicilia e quelli adolescenziali vissuti in Piemonte

“Rosa Marina – Lontani ricordi di un ex poliziotto” è il titolo di un romanzo del quale lo scrittore chivassese Salvatore Di Marco è autore. Ambientato nel lasso di tempo che intercorre nel ventennio tra anni ’60 e gli anni ’70, il libro scorre sulle note di canzoni divenute intramontabili. “Rosa Marina” è il racconto di episodi realmente accaduti (per ovvie ragioni leggermente romanzati), nel periodo in cui Salvatore Di Marco prestava servizio nel disciolto Corpo delle Guardie di Pubblica Sicurezza.

Il protagonista del romanzo, scritto con padronanza dello stile e caratterizzato da una inusuale scorrevolezza, è l’ex ispettore capo Salvo Salina. L’abilità del romanziere consumato prende il sopravvento sul resoconto di un’epoca che è rimasta nella storia della Repubblica Italiana. Tutto ha inizio quando, una sera, il giovane ispettore fa rientro a casa e nell’accendere la radio, una canzone gli riporta in modo dirompente alla mente il lontano ricordo di un amore vissuto con grande intensità. E come se non bastasse il rinvenimento casuale di alcune fotografie riposte in una scatola di latta dimenticata fanno rivivere a Salvo Salina il periodo trascorso a Trieste alla scuola allievi Guardie di Pubblica Sicurezza, a Genova nel reparto mobile, ai servizi di O.P., al servizio prestato nella squadra volante e i fatti di cronaca che caratterizzarono la vita di quegli anni.

Salvo Salina è in qualche modo l’alter ego di Salvatore Di Marco che dà vita a un romanzo appassionante, dove l’autore compie un viaggio a ritroso nel tempo, erotico ma intriso anche di una profonda nostalgia, dove i ricordi relativi all’infanzia trascorsa nella natìa Sicilia e quelli adolescenziali vissuti in Piemonte emergono con vivida prepotenza. Ed è dopo quarant’anni che l’ex ispettore Salvo Salina incontrerà nuovamente il suo primo, grande amore.

Le 163 pagine di cui si compone il libro, edito da Paola Caramella Editrice, si leggono d’un fiato, grazie ad una prosa scorrevole ed avvincente che fa di “Rosa Marina” un’opera che risveglierà in tanti lettori ricordi legati a qualche decennio fa.

Originario di Sant’Agata di Militello in provincia di Messina nel 1950, Salvatore Di Marco è approdato alla letteratura in momento particolare della sua vita che gli ha fornito l’opportunità di dare alle stampe un volume in cui tanti riconosceranno parte della loro giovinezza.

Rosa Marina” è un libro che emoziona e che vale di pena di leggere tutto d’un fiato. Il volume è ordinabile direttamente alla casa editrice scrivendo una email al seguente indirizzo di posta elettronica: info@paolacaramessa.it

In alternativa è possibile prenotarlo nelle librerie.

Dov'è successo?

Leggi anche

Caselle

/

21/09/2018

Caselle, il raccordo non è considerato autostrada. Lo Stato non paga l’indennità agli agenti di polizia

Un’altra brutta storia all’italiana, l’ennesima: il raccordo R10 Torino-Caselle non è considerato un’autostrada e quindi gli […]

leggi tutto...

Cuorgnè

/

21/09/2018

Canavese: anche nei cinema di Cuorgnè, Ivrea e Chivasso il festival del cinema “Movie Tellers”

Parte “Movie Tellers-Narrazioni cinematografiche”, il festival itinerante del cinema promosso dall’omonima associazione che toccherà 26 cittadine […]

leggi tutto...

Torino

/

21/09/2018

Buoni pasto: la Regione Piemonte al tavolo convocato a Roma sul fallimento di “Qui! Group”

L’assessorato al Lavoro della Regione Piemonte ha partecipato ieri al tavolo convocato al ministero dello sviluppo […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy