Chivasso: il Comune cerca volontari per la sicurezza e salute intorno alle scuole cittadine

07/09/2019

CONDIVIDI

Gl'interessati sono invitati a presentare proposte di attività, da svolgere in maniera volontaria e gratuita, in collaborazione con il Comune di Chivasso e le scuole, al fine di migliorare i livelli di sicurezza e di salute nelle aree prossime alle scuole

In vista dell’inizio del nuovo anno scolastico l’Amministrazione Comunale, nel rispetto del “Regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura e rigenerazione dei beni comuni urbani”, propone ai cittadini di mettersi a disposizione per collaborare alla realizzazione dell’obiettivo “Sicurezza e salute attorno alle scuole”.

Attraverso questo obiettivo, l’Amministrazione Comunale intende porre particolare attenzione ai tempi di interscambio quasi informale tra comunità civile e comunità scolastica, che sono appunto i momenti di ingresso e uscita degli alunni dalle scuole, e chiede la collaborazione dei cittadini per migliorare la sicurezza attorno alle scuole.

“Attraverso questa forma di collaborazione che rientra nell’ambito delle iniziative di Cittadinanza attiva, vogliamo perseguire l’obiettivo di rendere sicuri gli spazi intorno agli edifici scolastici – spiegano il sindaco Claudio Castello e l’Assessora all’Istruzione, Tiziana Siragusa -. I momenti di ingresso e di uscita dalle scuole sono cruciali e vanno monitorati in modo costante, affinché avvengano nel modo più sereno possibile. Non si tratta solo di un discorso legato alla sicurezza, ma anche di migliorare tutti insieme la cultura per quello che riguarda la mobilità sostenibile. Per questo ci auguriamo che i cittadini che possono farlo abbiano voglia di mettere un po’ del loro tempo a disposizione della comunità e di un bene comune fondamentale come la sicurezza e la serenità dei nostri bambini”.

I cittadini interessati sono invitati a presentare proposte di attività, da svolgere in maniera volontaria e gratuita, in collaborazione con il Comune di Chivasso e le scuole, al fine di migliorare i livelli di sicurezza e di salute nelle aree prossime alle scuole: tali proposte possono riguardare la cura della sicurezza, la cura della salute o la cura di entrambe, riconosciute come beni comuni da salvaguardare, in particolare a favore delle comunità scolastiche.

I particolari del progetto, se concordati, diventeranno i contenuti di un patto di collaborazione che i cittadini, il Comune e gli istituti scolastici sottoscriveranno, impegnandosi a promuovere e tutelare i beni comuni individuati nei modi e nei tempi concordati.
A titolo sperimentale si propone di avanzare proposte relativamente ai seguenti plessi scolastici: Scuola primaria Marconi, Scuola primaria Dasso, Scuola primaria Mazzucchelli, Scuola primaria Savia in frazione Castelrosso, Scuola dell’infanzia “Peter Pan” in via Paleologi, Scuola dell’infanzia “Bambi” in viale Cavour.

Le proposte possono essere presentate da singoli cittadini, da gruppi spontanei di cittadini o da una o più Associazioni e dovranno essere presentate attraverso l’apposito modulo allo Sportello SUP (piazza C.A. Dalla Chiesa n. 8) oppure inviate a mezzo mail al Protocollo protocollo@comune.chivasso.to.it (PEC: protocollo@pec.comune.chivasso.to.it) e dovranno pervenire entro martedì 1° ottobre 2019.

Leggi anche

16/09/2019

Ciclista di Borgaro muore mentre pedala nei campi di Ciriè. 50enne stroncato da un malore

Stava tranquillamente pedalando in sella alla sua mountain bike nelle campagne della periferia di Ciriè quando […]

leggi tutto...

16/09/2019

Valperga: all’Istituto comprensivo 3 alunni non entrano in aula. Non erano in regola con i vaccini

Prima i tre bambini di Ivrea che non hanno potuto fare il loro ingresso nella scuola […]

leggi tutto...

16/09/2019

Valperga: approvata la Variante parziale al Piano Regolatore. E il clima in paese si “arroventa”

La vita amministrativa e politica a Valperga è sempre stata, a memoria d’uomo, decisamente turbolenta. Ma […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy