Chivasso: aggredisce e violenta una donna in ospedale. In manette disoccupato del Biellese

Chivasso

/

22/01/2016

CONDIVIDI

L'episodio è accaduto nella notte tra domenica e lunedì nell'area deserta del vecchio pronto soccorso

E’ finito in carcere con l’accusa di aver violentato, nella notte tra domenica e lunedì, una donna di 46 anni residente in provincia di Vercelli. E’ successo all’ospedale di Chivasso, nell’area deserta trasformata in cantiere, del vecchio pronto soccorso, ora trasferito nella nuova ala del nosocomio. Le manette sono scattate ai polsi di Alessio Gaiotto, 31 anni, disoccupato, residente a Vigliano Biellese. Attirati dalle urla della vittima, sono intervenuti due infermieri che hanno soccorso la donna e chiamato il 112.

I carabinieri della  Compagnia di Chivasso, al comando del capitano Pierluigi Bogliacino, sono intervenuti immediatamente e, dopo essersi fatti descrivere l’aggressore, lo hanno rintracciato in corso Galileo Ferraris, la stessa strada dove si trova l’ospedale. L’arresto è stato convalidato dal Gip del Tribunale di Ivrea Stefania Cugge. Le indagini sono coordinate dal pm Giuseppe Drammis: l’obiettivo degli inquirenti è quello di capire per quale ragione l’uomo e la donna si trovassero in quella zona abbandonata della struttura ospedaliera. L’aggredita è stata affidata alle cure del personale medico del pronto soccorso.

Leggi anche

18/06/2018

Al castello di San Giorgio la terza edizione di Expoelette, il Forum dove le donne sono protagoniste

E’ giunta alla terza edizione il Forum Expoelette che sarà nuovamente ospitato nella suggestiva cornice dello […]

leggi tutto...

18/06/2018

Canavese: tranciati in un cantiere i cavi della “fibra” e i servizi sanitari dell’Asl T04 vanno in tilt

Oggi, lunedì 18 giugno, verso le ore 8,00, i lavori di un cantiere della Città di […]

leggi tutto...

18/06/2018

Dramma a Leinì: esce di strada per un malore e finisce con l’auto nel fossato. Muore un 68enne

Il malore, improvviso e inesorabile, lo ha stroncato mentre si trovava alla guida della propria Fiat […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy