Caterina Abbattista, dopo l’assoluzione dall’accusa di concorso in omicidio, è ritornata al lavoro

Castellamonte

/

05/09/2018

CONDIVIDI

La donna è stata reintegrata in virtù della sentenza che l'ha assolta. Permane la condanna a 14 mesi per la truffa ai danni di Gloria Rosboch, ma la donna farà ricorso in Appello

Caterina Abbattista, 49 anni, madre di Gabriele Defilippi, reo confesso dell’omicidio dell’ex professoressa di Castellamonte Gloria Rosboch, da lunedì 3 settembre è tornata al lavoro in una struttura sanitaria dell’Asl T04 tra Gassino, dove vive con il compagno Silvio Chiappino e San Mauro Torinese. Quando fu accusata di omicidio in concorso la donna lavorava nel reparto di Pediatria dell’ospedale di Ivrea. Dopo l’assoluzione, giunto al termine di un travagliato processo penale, (il procuratore di Ivrea Giuseppe Ferrando aveva richiesto una condanna a 16 anni di carcere) gli avvocati dell’operatrice socio-sanitaria hanno chiesto il reintegro della cliente: reintegro che in virtù dell’assoluzione la direzione dell’azienda sanitaria ha disposto alla fine del mese di agosto.

Caterina Abbattista è tornata a lavora lontano da Castellamonte, da quella città canavesana in cui si consumò dapprima la truffa ai danni dell’ex insegnante e poi lo spietato assassinio. La Abbattista è stata condannata al termine del processo a 14 mesi di reclusione per la truffa. Una condanna di primo grado contro la quale i legali hanno preannunciato ricorso in Appello. Fin da quando fu arrestata e poi detenuta nel carcere delle Vallette, Caterina Abbattista si è sempre proclamata innocente.

E non per nulla ha scelto di essere giudicata con il rito ordinario contrariamente al figlio Gabriele e Roberto Obert, il maturo amante di lui che hanno optato il rito abbreviato: L’ex allievo della Rosboch, ora detenuto modello, è stato condannato a 30 anni di reclusione mentre Obert dovrà scontare una pena di 19 anni.

E per Caterina Abbattista inizia una nuova vita lontana dai riflettori sempre accesi della cronaca.

Dov'è successo?

Leggi anche

21/10/2019

San Maurizio Canavese: dal 21 ottobre, attivi i nuovi “velox” che puniranno gli automobilisti da Formula 1

Da oggi, lunedì 21 ottobre, gli automobilisti che percorreranno le strade di San Maurizio Canavese, dovranno […]

leggi tutto...

21/10/2019

Rivarolo: spettacolare presentazione per la Bocciofila Sangiorgese firmata da Frank Mautino

Questa volta Frank Mautino ha fatto le cose in grande in occasione della ptesentazione ufficiale dei […]

leggi tutto...

21/10/2019

Aeroporto di Caselle: Volotea inaugura le nuove rotte. Più vicine Grecia e Calabria

Volotea, la compagnia aerea che collega città di medie e piccole dimensioni in Europa, ha annunciato […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy