Caselle, polemica sui trasporti. La consigliera regionale Chiapello: “Una navetta per l’aeroporto”

Caselle

/

26/03/2019

CONDIVIDI

La consigliera regionale del Moderati sottolinea come i mezzi di trasporto che collegano lo scalo aeroportuale con il centro del capoluogo piemontese non siano un esempio di efficienza

“Se si vuole che l’aeroporto di Caselle diventi più attraente bisogna innanzitutto collegarlo meglio con la città di Torino”. Ad affermarlo è la consigliera regionale del Moderati Maria Carla Chiapello che, con un’interrogazione in aula, ha chiesto all’assessore ai Trasporti di sollecitare Sadem, il gestore del servizio di trasporto da e verso lo scalo, a sostituire il bus con una navetta. “Ci vuole una linea dedicata e non più condivisa con i pendolari di Caselle e Borgaro, che passi dal raccordo autostradale, senza fare fermate intermedie, in modo da ridurre di almeno un quarto d’ora i tempi di percorrenza. Gli attuali 50 minuti sono troppi” ha spiegato la consigliera.

In effetti, i mezzi di trasporto che mettono in collegamento l’aeroporto con il centro della città non sono un esempio di efficienza. L’alternativa al bus di Sadem, che attraversa l’hinterland e fa numerose soste nei paesi, è il treno che fino alla stazione Dora impiega soltanto 19 minuti ma poi, per raggiungere Porta Susa o Porta Nuova, occorre prendere un altro pullman. “Dal mese di  novembre, per almeno un anno e mezzo, a causa dei lavori in corso Grosseto, il convoglio si fermerà soltanto più alla stazione di Venaria Reale e quindi le distanze si allungheranno ancora di più, causando notevoli disagi” ha aggiunto Chiapello.

Anche questa volta la risposta è stata letta in aula dall’assessore alle Politiche sociali Augusto Ferrari, per bocca del quale l’assessore Francesco Balocco ha fatto sapere che è impensabile far transitare gli autobus sulla superstrada dell’aeroporto e che l’unica possibilità percorribile sarebbe quella di istituire un servizio privatistico atipico (non contribuito) con tariffe di libero mercato. “In questo modo – ha commentato con disappunto la consigliera – si penalizza il territorio e l’intera comunità. Un aeroporto funzionale e moderno, con un’ampia offerta di voli, determina importanti ricadute economiche. Ma una compagnia aerea che voglia inaugurare nuove rotte o fare investimenti, verifica che innanzitutto sia connesso in modo adeguato con la città”.

Leggi anche

Quincinetto

/

23/06/2019

Frana a Quincinetto: una minaccia che incombe da 7 anni sull’autostrada. A quando la soluzione?

E’ da sette anni che si è conoscenza di quella massa di detriti e massi da […]

leggi tutto...

Ivrea

/

23/06/2019

Ospedale di Ivrea: mancano i medici in Cardiologia. L’Asl T04: “Stiamo provvedendo”

Ancora un’emergenza sanitaria e ancora una volta riguarda l’Asl T04 che deve fare i conti, questa […]

leggi tutto...

Canavese

/

23/06/2019

Previsioni meteo: canicola e afa fino alla fine della settimana. I medici: “Attenti ai colpi di calore”

Sarà una settimana torrida quella che ci attende: da lunedì, festa di San Giovanni, la colonnina […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy