Caselle: dopo i piloti sciopereranno gli assistenti di volo. Disagi per i passeggeri Ryanair

Caselle

/

12/07/2018

CONDIVIDI

Il risarcimento è dovuto ai viaggiatori che giungono a destinazione con oltre tre ore di ritardo e a coloro ai quali è stato cancellato il volo meno di 14 giorni prima della partenza

E’ deciso: dopo i piloti della Compagnia aerea irlandese Ryanair che hanno scioperato giovedì 12 luglio perchè non è stato raggiunto un accordo tra società e sincadati sul nuovo contratto di lavoro, ad incrociare le braccia nei giorni di mercoledì 25 e giovedì 26 luglio saranno gli assistenti di volo in Italia, Spagna, Portogallo, Paesi Bassi e Belgio. Si prennuncia un’estate più che rovente per la Compagnia aerea Low Cost e per tutti i paseggeri che hanno prenotato un volo sulla miriade di rotte offerte dalla società.

Problemi anche in Germania dove il sindacato che rappresenta e tutela i piloti, non ha raggiunto un accordo soddisfacente con i vertici della Compagnia e si profila la proclamazione di un’agitazione sindacale in uno dei momento più remunerativi della stagione.

Gli scioperi degli assistenti di volo sono strettamente legati alla richiesta del personale di non fare più riferimento alla legge irlandese per la sottoscrizione dei contratti di lavoro. E gli inevitabili danni economici riguardanti i passeggeri che hanno prenotato? La Corte di Giustizia Europea ha sentenziato che gli scioperi del personale dipendente delle Compagnia aeree non sono da considerarsi circostanze straordinarie: in buona sostanza i passeggeri che arriveranno a destinazione con almeno 3 ore di ritardo possono avere diritto a un risarcimento fino a 600 euro a persona.

E’ da precisare che il risarcimento è dovuto anche ai viaggiatori che si sono visti cancellare il volo se sono stati informati meno di 14 giorni prima della data della partenza.

Dov'è successo?

Leggi anche

25/02/2020

Coronavirus, il presidente della Regione Cirio: “Non chiuderemo i negozi che soffrono già abbastanza”

Il presidente della Regione Alberto Cirio ha chiesto al presidente del Consiglio Conte di attivare da […]

leggi tutto...

25/02/2020

Finanziati i cantieri di lavoro per 32 over 58 nelle Unioni Montane e nei comuni del Canavese

Un cospicuo numero di comuni canavesani e di Unioni montane sono stati finanziati dalla Regione Piemonte […]

leggi tutto...

25/02/2020

Coronavirus, la Regione Piemonte ha istituito un nuovo numero verde. Situazione stabile

L’Unità di crisi della Regione Piemonte sul Coronavirus “Covid19” ha istituito il numero verde sanitario 800.19.20.20, […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy