Caselle: l’Enav smantella il centro controllo radar dell’aeroporto. E scoppia, virulenta, la polemica

Caselle

/

27/11/2018

CONDIVIDI

Conglieri regionale e parlamentari del Movimento 5 Stelle e della Lega Nord si mobilitano per impedire l'accentramento del servizio a Milano e che si consumi l'ennesimo scippo ai danni del Piemonte

Ancora uno scippo ai danni del Piemonte: l’Enav, l’Ente nazionale di assistenza al volo ha intenzione di smantellare il centro di controllo radar dell’aeroporto “Sandro Pertini” di Caselle per trasferirlo a allo scalo milanese della Malpensa. L’annuncio ha suscitato l’immediata reazione dei consiglieri regionali e dei parlamentari del Movimento 5 Stelle e della Lega Nord che chiedono all’ente di rivedere la decisione assunta. “Enav riveda la decisione di smantellare il servizio di controllo di avvicinamento radar di Torino Caselle, che da anni e con competenza garantisce la sicurezza sui cieli del Piemonte” afferma Elena Maccanti, capogruppo della Lega in Cmmissione Trasporti della Camera.

In una nota stampa il Movimento 5 Stelle ribadisce la propria contrarietà a un’operazione che priverebbe Torino e il Piemonte di un servizio fondamentale: “Milano non può scippare a Torino il servizio di controllo radar – si spiega -. Il sistema di controlli all’aeroporto ‘Sandro Pertini’ di Caselle è un’eccellenza nazionale che non può essere smantellata. Un presidio fondamentale di sicurezza per le rotte commerciali ed anche per le operazioni militari e di soccorso. Abbiamo incontrato alcuni giorni fa i lavoratori Enav di Torino per raccogliere le loro preoccupazioni”.

I toni della protesta sono accesi anche perchè in barba al piano che l’Enav ha approvato di recente che prevede la chiusura di alcuni centri di controllo e il relativo accentramento del servizio a Milano. Una decisione che presenta non pochi problemi strutturali come dimostra l’ennesima avaria che si è verificata nella sala operativa lombarda la scorsa settimana.

Consigliere regionali e deputati dei M5S e della Lega annunciano una massicci mobilitazione per evitare che si consumi l’ennesima penalizzazione ai danni del Piemonte e dei dipendenti che lavorano nel centro di controllo radar di Caselle.

Dov'è successo?

Leggi anche

06/04/2020

Coronavirus, due vittime a Bosconero e due a San Maurizio. Sette i deceduti in un giorno in Canavese

Giornata nera per il Canavese che deve registrare 7 decessi a causa del Covid-19: due pazienti […]

leggi tutto...

06/04/2020

Coronavirus: il consigliere regionale Daniele Valle (Pd): “Pochi tamponi nelle case di riposo”

Il consigliere regionale del Partito Democratico Daniele Valle non ha dubbi per quanto riguarda l’emergenza Coronavirus: […]

leggi tutto...

06/04/2020

Coronavirus, a Rivara la prima vittima da Covid-19. Il sindaco: “Ci stringiamo intorno alla famiglia”

Aveva 66 anni Salvatore Cordì ed era lo storico titolare del caffè che si trova nei […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy