Canavese: un nubifragio abbatte alberi e allaga le strade. Paura anche per i fulmini ad Agliè e Levone

Agliè

/

22/07/2016

CONDIVIDI

I pompieri di Rivarolo, Ivrea e Castellamonte hanno dovuto effettuare numerosi interventi per rimuovere gli alberi abbattuti

Il servizio meteorologico aveva preannunciato la possibilità di precipitazioni piovose nel fine settimane, ma nessuno si sarebbe aspettato che l’eventuale precipitazione si sarebbe trasformata in un nubifragio che ha letteralmente spazzato parte del Canavese. E’ il caso Agliè: strade allagate da un furioso acquazzone che nella mattinata di venerdì 22 luglio ha colpito buona parte del medio Canavese e dell’Eporediese. Sempre ad Agliè una cascina ina frazione Madonne delle Grazie è stata colpita da un fulmine che ha creato un principio di incendio nel sottotetto. In pochi minuti i pompieri hanno evitato che si creassero ulteriori danni.

Si è trattato di una mattinata di inteso lavoro per i vari distaccamenti del Vigili del fuoco di Ivrea, Rivarolo e Castellamonte che sono stati impegnati in diversi interventi e per mettere in sicurezza gli alberi pericolanti a causa del forte vento. Allagamenti sono stati segnalati dai residenti a dagli automobilisti sulla strada statale 222 tra Rivarolo e Castellamonte. La grande quantità d’acqua caduta in pochi minuti ha creato anche intasamenti delle grate di scarico anche nei centri urbani. Anche il sottopasso di Feletto era tra i unti in cui la transitabilità degli automezzi è stata resa difficoltà dagli allagamenti.

A Bosconero i pompieri sono intervenuti per rimuovere alcuni alberi abbattuti. A Levone un fulmine ha colpito l’immobile che ospita gli ambulatori medici creando qualche danno al tetto mentre a Ivrea, un ascensore del tribunale si è bloccato. I Vigili del fuoco hanno liberato la persona che era rimasta intrappolata nella cabina. Per la stabilizzazione delle condizioni metereologiche sarà necessario attendere l’inizio della prossima settimana. Nel fine settimana non sono escluse altri rovesci e temporali sia nelle vallate montane e sia in pianura.

Dov'è successo?

Leggi anche

21/08/2019

La crisi minaccia il mercato della frutta. Confagricoltura: “Salviamo un settore già penalizzato”

“In Piemonte abbiamo una produzione frutticola d’eccellenza, apprezzata in Italia e all’estero. Ciò che dobbiamo cercare […]

leggi tutto...

21/08/2019

Rivarolo Canavese: il Comune spende 100 mila euro per rifare la copertura dell’ala sud del Castello Malgrà

Centomila euro per rifare la copertura situata nei pressi del camminamento merlato del castello Malgrà: è […]

leggi tutto...

21/08/2019

Ivrea, ragazza di 17 anni denuncia: “Il branco mi ha stuprata nel centro sociale”. Indaga la procura

Ha soltanto 17 anni la ragazza che ha denunciato di essere stata vittima di uno stupro. […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy