Canavese terra di Sport: a giugno 2017 ospiterà i Campionati Italiani di Ciclismo e di Paraciclismo

Canavese

/

28/12/2016

CONDIVIDI

Vittoria sul filo di lana: i comuni canavesani saranno ancora i protagonisti del Gran Piemonte, la competizione su strada giunta alla centounesima edizione

Il Canavese ha sbaragliato gli altri concorrenti nell’aggiudicazione dei Campionati Italiani di Ciclismo che si svolgeranno nel 2017. Una vittoria ottenuta a sorpresa sul filo di lana: tutti erano ormai convinti che la competizione si sarebbe svolta nelle Terre di Cormano considerate la location favorita. E invece, a sorpresa, i Campionati Italiani di Ciclismo su strada, ormai saldamente in mano a RCS (l’editrice del quotidiano sportivo la Gazzetta dello Sport) si disputeranno ancora in Canavese in occasione della “classica” Gran Piemonte 2017.

La Federciclismo ha deciso di premiare la candidatura presentata agli organizzatori del Giro d’Italia e di molte altre grandi manifestazioni sportive italiane che si appoggeranno sulla fattiva collaborazione di un pool locale come è successo nel corso delle ultime due edizioni, dapprima con traguardo a Ciriè e poi nel 2016 con l’arrivo nel piazzale del suggestivo e storico castello ducale di Agliè.

Il 24 e 25 giugno 2017 avranno luogo le prove a cronometro e il giorno successivo quella in linea. Tra l’altro, sempre in Canavese, si disputeranno i Campionati Italiani di Paraciclismo. La candidatura è stata accuratamente tenuta nascosta fino all’ultimo momento. Il sindaco di Rivarolo Alberto Rostagno, è uno dei promotori locali nell’organizzazione del Gran Piemonte. L’amministratore conferma che Mauro Vegni, direttore dell’Area Ciclismo di RCS, aveva anticipato l’intenzione di anticipare il Gran Piemonte al mese di giugno. L’idea era anche quella di proporre la competizione su strada come sede di Campionati Italiani. E così sarà. Alberto Rostagno è convinto che RCS abbia apprezzato lo sforzo organizzativo compiuto nelle due precedenti edizioni della manifestazione sportiva e che, in questo modo abbia voluto premiare il Canavese. Al momento rimangono ancora da definire quale sarà il percorso a cronometro che quello in linea: diversi comuni si sono candidati per ospitare la sede di partenza che quello di arrivo e il Comitato Organizzatore dovrà assumere una decisione definitiva.

Il merito di questa inaspettata scelta è indubbiamente da ascrivere anche alla Regione Piemonte come ha sottolineato l’assessore regionale allo Sport Giovanni Maria Ferraris: “Il nostro territorio ha da sempre una vocazione sportiva e in particolare ciclistica, come dimostrano nomi del calibro di Costante Girardengo e Fausto Coppi, solo un esempio di quanto la tradizione sportiva sia radicata nel nostro territorio. Per questo motivo è importante il sostegno della Regione Piemonte a iniziative meritevoli come questa. Grazie allo sport il Piemonte sta riscoprendo anche la sua vocazione turistica, che può certamente risultare nuova leva per l’economia locale e per farsi conoscere al resto del mondo”. Ma per far questo è necessario, ha concluso l’assessore, che le amministrazioni interssate dal passaggio della competizione ciclistica collaborino insieme per un unico risultato condiviso e senza campanilismi.

Dov'è successo?

Leggi anche

Rivarolo Canavese

/

22/11/2017

Rivarolo Canavese, la Città Metropolitana ribadisce il no alla sezione di liceo linquistico all’Aldo Moro

Nuovo diniego della Città Metropolitana all’istituzione di una sezione del liceo linquistico a Rivarolo Canavese: per […]

leggi tutto...

Ivrea

/

22/11/2017

Ivrea, studentessa accoltella e ferisce alla gamba una rivale in amore alla fermata del bus

Ha atteso la rivale in amore alla fermata del pullmann e poi l’ha accoltellata. E’ successo […]

leggi tutto...

Chivasso

/

22/11/2017

I carabinieri stroncano il narcotraffico tra Spagna e Italia. In manette anche due canavesani

La cocaina e l’hashish giungevano in notevoli quantità dal Marocco, passava dalla Spagna e veniva spacciata […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy