Canavese: mai visti così tanti cinghiali e la Coldiretti lancia l’allarme: “Agricoltura a rischio”

03/04/2018

CONDIVIDI

Oltre all'eccezionale proliferazione degli ungulati, il Tar ha sospeso la soppressione controllata. I coltivatori temono per la semina

Il numero dei cinghiali è aumentato in modo impressionante e la loro diffusione causa danni incalcolabili alle coltivazioni in tutto il Canavese: a lanciare l’allarme è Fabrizio Galliati, presidente della Coldiretti di Torino che chiede alle istituzioni il varo di un piano straordinario per arginare la crescita della popolazione di cinghiali. Mai come oggi il numero degli ungulati ha raggiunto soglie così preoccupanti. I danni prodotti dai cinghiali alle coltivazioni, devastate dalla ricerca dei tuberi dei quali gli animali si nutrono, sono più che ingenti.

Il problema non riguarda soltanto il Canavese (nella fattispecie i comuni del Canavese Occidentale) ma anche il Chivassese, la collina Chierese, il Parco della Mandria e la Valle di Susa. E più si avvicina il periodo della semina e più pressante si fa la preoccupazione degli agricoltori, molti dei quali attendono da anni i risacrimento promessi e dovuti dalle regione Piemonte.

Sull’entità del problema la Coldiretti non ha nessun dubbio: la parziale sospensiva attuata dal Tar al piano annuale di contenimento dei cinghiali, giunge in un momento che Michele Mellano della Coldiretti Torino, particolarmente delicato.

E’ vero che la Città Metropolitana si sta impegnanso per aggirare l’ostacolo costituito dalla sospensiva decisa dal Tar, ma gli agricoltori non possono attendere troppo.

E il problema, al momento, rimane irrisolto.

 

Dov'è successo?

Leggi anche

Ciriè

/

19/02/2019

Ginecologia a Ciriè: il sabato appuntamento con l’iniziativa dell’Asl T04 “Le donne incontrano le ostetriche”

L’Asl T04 organizza il ciclo di appuntamenti gratuiti “Le donne incontrano le ostetriche”, che si svolgeranno […]

leggi tutto...

Belmonte

/

19/02/2019

Spettacoli teatrali e conferenze per tenere viva l’attenzione dei canavesani sul futuro del Sacro Monte di Belmonte

Tante iniziative per tenere desta l’attenzione dei canavesani e delle istituzioni locali sul Santuario di Belmone, […]

leggi tutto...

Castellamonte

/

18/02/2019

Castellamonte: sulle scuole è scontro al vetriolo tra il sindaco Mazza e il dirigente Morgando

E’ polemica al vetriolo tra il dirigente delle scuole castellamontesi Federico Morgando e l’Amministrazione comunale. Il […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy