Sconosciuto aggredisce un operatore Scs nel Centro raccolta rifiuti di Caluso e gli frattura un femore

13/03/2018

CONDIVIDI

Uno sconosciuto voleva appropriarsi di una batteria e, quando l'operatore si è opposto, lo ha picchiato

L’uomo voleva impadronirsi di quella batteria d’auto che si trovava nel centro raccolta rifiuti di Caluso: un operatore in servizio ha cercato di impedire che lo sconosciuto si appropriasse della batteria per auto e per questo è stato selvaggiamente malmenato. E’ accaduto lo scorso sabato 10 marzo in regione Nabriole a Caluso.

Nell’aggressione l’operatore 50enne della Scs la Società Canavesana Servizi, addetto al conferimento dei rifiuti destinati al recupero ha subito la frattura di un femore ed è attualmente ricoverato all’ospedale Cto di Torino.

Dopo il pestaggio lo sconosciuto si è dato alla fuga facendo perdere le proprie tracce. Il direttore della società Scs Giorgio Bono si è recato in ospedale a trovare il dipendente e poi si è recato nella caserma dei carabinieri di Caluso per sporgere denuncia.

Sulla vicenda indagano gli uomini dell’Arma.

Leggi anche

26/02/2020

Chivasso, misteriosa morìa di carpe nella roggia che scorre vicino alla discarica. Indagini in corso

Sono decine le carpe morte rinvenute oggi, mercoledì 26 febbraio, nella roggia Campagna di Chivasso, nei […]

leggi tutto...

26/02/2020

Caso “sospetto” di Coronavirus a Ciriè, il tampone sul paziente di 63 anni è negativo

Ultim’ora: il tampone effettuato sul paziente di 63 anni che nella serata di ieri si era […]

leggi tutto...

26/02/2020

Caso “sospetto” di coronavirus a Ciriè. Chiuso il pronto soccorso dell’ospedale cittadino

Caso sospetto di coronavirus all’ospedale di Ciriè dove è stato chiuso il pronto soccorso: un uomo […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy