Barbania, 22 anni di carcere al mandante dell’uccisione di Roberto Gaiottino e della moglie

25/02/2020

CONDIVIDI

Un cambia valute aveva venduto in Colombia ai coniugi due chili d'oro risultato falso. Per non restituire i 45 mila euro già pagati ha assoldato due uomini per uccidere le vittime della truffa

Oswaldo Londoño Barahona è stato condannato a una pena di 22 anni e 7 mesi carcere dai giudici del tribunale colombiano perché ritenuto il mandante dell’assassinio dell’imprenditore canavesano 44enne di Barbania Roberto Gaiottino e della moglie colombiana Claudia Dominguez Zabala di 36 anni. La coppia era stata barbaramente uccisa a colpi di pistola mentre stava uscendo da un locale lo scorso 15 giugno del 2018 in Colombia. In prima battuta si era pensato ad un omicidio compiuto a scopo di rapina, ma stando a quanto hanno ricostruito gl’inquirenti nel corso delle indagini, si sarebbe trattato in realtà di un’esecuzione in piena regola.

Stando a quanto è emerso nel corso delle indagini il commerciante di preziosi e cambia valute di Pereira (città della quale era originaria la moglie di Gaiottino) aveva venduto alla coppia di coniugi 2 chili d’oro risultati falsi. Gaiottino e l’ex modella colombiana avevano in animo di avviare un redditizio business proprio con l’oro. Quando si sono resi conto della truffa Roberto Gaiottino e Claudia Dominguez Zabala hanno richiesto all’uomo la restituzione dei 45 mila euro che avevano pagato alla consegna del metallo prezioso.

Denaro che l’uomo non aveva più. Le autorità hanno arrestato, dopo il duplice omicidio il killer assoldato da Oswaldo Londoño Barahona e il complice che fungeva da autista dell’auto sulla quale fuggire dopo il delitto.

Anche l’esecutore materiale del delitto e il complice sono stati fermati e verranno processati nelle prossime settimane.

Leggi anche

05/04/2020

Coronavirus, i veterinari: “Non pulite le zampe del cane con la candeggina dopo la passeggiata”

“Pulire le zampe degli animali domestici con la candeggina? È un pericolo per la salute di […]

leggi tutto...

05/04/2020

Il Coronavirus avanza in Canavese: 55 i morti, oltre 440 i casi positivi. E a Bairo il primo contagiato

E’ in lenta ma continua ascesa il numero dei decessi causati dall’epidemia da Coronavirus in tutto […]

leggi tutto...

04/04/2020

Coronavirus: per la prima volta volta il numero dei guariti in Piemonte supera quello dei decessi

Trecentoquarantadue pazienti guariti, 546 in via di guarigione. Questo pomeriggio l’Unità di Crisi della Regione Piemonte […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy