Chiaverano, il sindaco Fiorentini colpito da malore: “Grazie ai colleghi e al personale sanitario”

Chiaverano

/

16/11/2017

CONDIVIDI

Il primo cittadino si è sentito male durante una riunione in Comune. Soccorso dai colleghi e dai medici, dopo una notte trascorsa in ospedale a Ivrea, il sindaco è stato dimesso. Sui social network il primo cittadino ha ringraziato quanti lo hanno assistito

E’ stato colto da un’improvviso malore mentre stava presiedendo una riunione in Comune: i colleghi Piera Richeda e Maria Revello Chion lo hanno immediatamente soccorso mentre è subito partita la richiesta di soccorso al 118. E’ stato un brutto momento quello vissuto nella serata di ieri, mercoledì 15 novembre, dal sindaco di Chiaverano Maurizio Fiorentini. Un momento che l’amministratore, per sua fortuna, si è già lasciato alle spalle.

Il personale medico del 118 ha stabilizzato il primo cittadino nella sala riunioni comunale e lo ha poi trasportato al pronto soccorso di Ivrea, dove è stato sottoposto ad approfonditi esami clinici e, dopo aver trascorso la notte sotto stretta osservazione medica, nella mattinata di giovedì 16 novembre è stato dimesso: Paura a parte le sue condizioni di salute sono soddisfacenti.

Nel suo profilo Facebook il sindaco di Chiaverano racconta la sua disavventura e ringrazia quanti lo hanno prontamente assistito: “Grazie di cuore a Maria Revello Chion, Piera Richeda e a tutti i miei ‘cari’ colleghi che subito mi hanno assistito. E’ stato quindi attivato il 118 e in seguito sono stato portato al Pronto Soccorso di Ivrea nel quale sono rimasto fino a questa mattina. Per la prima volta nella mia vita ho, mio malgrado, dovuto utilizzare i servizi di emergenza e, per mia fortuna, tutto si è risolto per il meglio senza conseguenze.

Scrivo questo messaggio per ringraziare la dottoressa Federica Demaria (l’unica persona di cui ho il nome in quanto ha firmato il referto), il personale del 118 e tutti gli infermieri che ho avuto modo di incontrare questa notte non avendo potuto farlo direttamente.

E’ facile criticare quando si riscontrano problemi, veri o presunti che siano, e quindi ritengo sia giusto e doveroso rimarcare anche quando, come nel mio caso, ci si trova in un momento di dolore e anche di preoccupazione ma si ha a che fare con personale medico e paramedico non solo competente ma anche gentile e, non so come meglio definire il loro atteggiamento, se non come rispettoso e con tanta umanità.
Questo l’ho potuto osservare non solo nei miei confronti, ma anche con tutte le altre persone che come me venivano assistite all’interno del Pronto Soccorso.
Lo stesso comportamento e la stessa professionalità c’è stata anche da parte del personale del 118 che ringrazio di cuore.
Grazie a tutto il personale medico e paramedico che ho incontrato questa notte per lo splendido e difficile lavoro che compiono ogni giorno…”.

Dov'è successo?

Leggi anche

20/09/2019

Sagra della polenta di Ingria: domenica 29 terza edizione della gara nazionale di rutti

Domenica 29 Settembre 2019 dalle 12.00 a Ingria si terrà la terza edizione della “Gara Nazionale […]

leggi tutto...

20/09/2019

Pubblicato il bando del Servizio civile universale. La Città Metropolitana seleziona 113 giovani

Pubblicato il bando del Servizio civile universale per la selezione di 113 giovani da impiegare nei […]

leggi tutto...

20/09/2019

Ivrea, Manital smentisce: “Nessuna procedura concorsuale. Stiamo pagando gli stipendi”

Procedura concorsuale? Niente affatto. Manitalidea smentisce vigorosamente in una nota stampa che si possa anche lontanamente […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy